I viaggi di Roby
locandina di "Io sono Libero"

Io sono Libero


Regia: Francesco Micciché, Giovanni Filippetto
Anno di produzione: 2016
Durata: 90'
Tipologia: documentario
Genere: docufiction/drammatico
Paese: Italia
Produzione: Aurora Tv, Rai Fiction
Distributore: n.d.
Data di uscita:
Formato di proiezione: HD, colore
Ufficio Stampa: Rai Fiction
Titolo originale: Io sono Libero

Sinossi: Sono trascorsi 25 anni dalla mattina in cui è stato ucciso Libero Grassi, un cittadino comune, un imprenditore, un uomo dai mille interessi che ha pagato con la vita
la sua opposizione pubblica alla cultura mafiosa.
Libero Grassi non era un magistrato, un poliziotto, un politico, una persona per cui la lotta alla mafia coincideva con la sua professione.
Libero Grassi ha vissuto in anni in cui a Palermo esisteva una logica di potere e di controllo totalmente mafiosa, a cui si è ribellato esponendosi pubblicamente e coraggiosamente usando i giornali e la televisione.
Con la moglie Pina Maisano e i figli Alice e Davide, si è ribellato a questa logica con la forza di una vita sempre vissuta secondo i principi della giustizia, della libertà individuale e della crescita collettiva.
Attraverso la tecnica della docufiction, “Io sono Libero” racconta la sua storia, racconta quei mesi in cui Libero Grassi ha spezzato il silenzio, l’omertà,
in cui si è trovato isolato, fino a diventare il facile bersaglio di un clan mafioso.
Nel venticinquennale della sua morte, “Io sono Libero” racconta come il suo coraggio, il suo gesto di denunciare e di spiegare coscientemente il perché di
quella ribellione che tutti avrebbero dovuto compiere è diventato un punto di riferimento per le generazioni future, perché non ha inciso solo nella storia della città
di Palermo ma è entrato nella coscienza di ciascuno di noi.

Video


Foto