I Viaggi Di Roby
locandina di "Medusa Storie di Uomini sul Fondo"

Cast

Con:
Oronzo Corrado (Uomo del "Medusa")
Mario Vitali (Uomo del "Medusa")
Paolo Congiu (Uomo del "Medusa")
Gerardo Tuosto (Uomo del "Medusa")
Alberto Amadei (Uomo del "Medusa")
Salvatore Agricola (Uomo del "Medusa")
Arturo Capra (Uomo del "Medusa")
Celso Ravera (Uomo del "Medusa")
Mario Basile (Uomo del "Medusa")
Augusto Scarioni (Uomo del "Medusa")
Giovanni Ausenda (Uomo del "Medusa")
Mario Valentini (Uomo del "Medusa")
Francesco Cosmina (Uomo del "Medusa")
Riccardo Vatteroni (Uomo del "Medusa")
Maria Cosmina
Giuliana Vatteroni
Silvana Guida Marinozzi
Guglielmo Lodato
Almerico Riccio
Leopoldo Rosi
Bruno Gabbrielli
Renato Paviotti
Brunetto Montagnani

Soggetto:
Fredo Valla
Pietro Spirito

Sceneggiatura:
Fredo Valla
Pietro Spirito

Musiche:
Enrico Sabena

Montaggio:
Paolo Marzoni

Fotografia:
Luciano Federici

Suono:
Massimo Toniutti
Renato Cavallero

Produttore:
Paolo De Paolis
Fredo Valla

Medusa Storie di Uomini sul Fondo


Regia: Fredo Valla
Anno di produzione: 2008
Durata: 55' e 63'
Tipologia: documentario
Genere: storico
Paese: Italia
Produzione: Maxman Coop Società Cooperativa, Arealpina Associazione Culturale
Distributore: n.d.
Data di uscita: n.d.
Formato di proiezione: Betacam SP, colore
Titolo originale: Medusa Storie di Uomini sul Fondo

Sinossi: Medusa è il nome di un sommergibile italiano della seconda guerra mondiale.
Il 30 gennaio 1942, silurato dal sommergibile inglese Thorn, affondò nel mare Adriatico al largo di Pola (Istria).
Gran parte dell’equipaggio morì nello scoppio. Quattordici uomini rimasero vivi, a circa trenta metri di profondità, imprigionati nella parte di poppa del sommergibile.
Torpediniere, sommergibili, piroscafi, motoscafi, pontoni e palombari vennero per salvarli.
I marinai sul fondo attesero pazienti, comunicando attraverso il filo della boa telefonica con i soccorritori in superficie. Poi il vento si alzò, sul mare cominciò a nevicare…

Sito Web: http://www.medusadoc.it

Ambientazione: Istria / Golfo di Trieste

"Medusa Storie di Uomini sul Fondo" è stato sostenuto da:
Piemonte Doc Film Fund
Friuli Venezia Giulia Film Commission


Libro sul film "Medusa Storie di Uomini sul Fondo":
"Un corpo sul Fondo"
di Pietro Spirito, 237 pp, Guanda Editore, collana Narratori della Fenice, 2007
Nell'agosto del 2000, nei giorni della vicenda del sottomarino russo Kursk, un giornalista di Trieste riceve una strana telefonata: è la voce di un uomo anziano, che riporta alla luce un episodio accaduto durante la Seconda guerra mondiale, quando l'equipaggio del sottomarino italiano Medusa, in acque istriane, fu lasciato, a suo dire, morire. Per interesse sia professionale (uno scoop, per quanto dislocato nel tempo) sia personale (è un sub appassionato), il giornalista decide di approfondire la questione e, nell'arco di due anni, compirà ricerche in archivi romani, si immergerà alla ricerca del relitto, incontrerà familiari dei marinai del Medusa, cercando di far riaffiorare un passato dimenticato e misterioso. La sua "immersione" sarà una vera e propria indagine, un viaggio a ritroso che gli farà però compiere un passo avanti nella vita, lasciando a chi legge il senso di uno sprofondamento nel passato, tra memoria, intersezioni del tempo, e oblio.
prezzo di copertina: 14,00


Libro sul film "Medusa Storie di Uomini sul Fondo":
"Il documentario animato. Un nuovo genere di racconto del reale e i suoi protagonisti internazionali"
di Thomas Martinelli, 153 pp, collana Lapilli, 2012
Quali sono le logiche che portano a scegliere l'animazione piuttosto che le più canoniche immagini dal vero nell'atto di documentare la realtà? In che modo il ricorso a tecniche e linguaggi propri del cinema d'animazione aggiunge conoscenza, informazione, emozionalità all'atto di fruizione? E ancora, quanto sono simili o diverse le modalità di percezione e l'approccio dello spettatore di documentari animati rispetto alla visione di documentari girati dal vero? Con un'indagine sul campo, partendo da esempi significativi e dialogando con i realizzatori sulle loro motivazioni e le loro scelte, si cerca qui per la prima volta di descrivere il fenomeno del documentario animato nella sua affermazione ed evoluzione ancora in atto. Non un trattato teorico quindi, ma un esame approfondito per case studies di un genere in espansione, sia per produzione che per fruizione, nei festival come per internet, nei telegiornali e nei cinema, rivolto agli studiosi e agli appassionati di linguaggi visivi, di mass media e a tutti coloro che hanno curiosità per quanto di nuovo si muove nella società.
prezzo di copertina: 16,50


Note:
"Medusa" è girato in Italia, Slovenia e Croazia, fra l’Istria e il golfo di Trieste. Mostra la costa e i fondali dell’alto Adriatico, il mare dell’Istria presso Capo Promontore, la frontiera italo-slovena (Dogana di Rabuiese), paesi e paesaggi lungo la strada interna che conduce da Trieste a Pola attraverso la Slovenia e la Croazia.
Le testimonianze sono filmate a Livorno, Trieste, Duino-Aurisina, Isola d’Elba, Avenza, Torino, Napoli, ai Bagni Ausonia di Trieste durante la regata Barcolana, nel Museo delle Armi “Diego de Henriquez” a Trieste, nel Centro Internazionale di Fisica a Trieste, nei cimiteri di Trieste e Pola, nel Museo delle attività sottomarine di Pirano nella saletta Cinema NIP a Torino.


Video


Foto