I viaggi di Roby
locandina di "Adavede"

Cast

Interpreti:
Valeria Belardelli
Lorenzo Costa
Michela Hickocx

Soggetto:
Alain Parroni

Sceneggiatura:
Alain Parroni

Musiche:
Dr. Peacock
Optimist Apocalypse

Montaggio:
Filippo Maria Montemurro

Costumi:
Chiara Vigo
Alain Parroni

Scenografia:
Francesco Filosa
Chiara Vigo (Assistente)

Effetti:
Silvia Orengo (Montaggio degli ambienti e degli effetti)

Fotografia:
Girolamo Capuano

Suono:
Denny De Angelis (Presa Diretta)
Paolo Ballarini (Montaggio della presa diretta, dei dialoghi e supervisione post suono)
Silvia Orengo (Montaggio delle musiche e del sound design)
Fabio Cheloni (Mixage)

Aiuto regista:
Flavia Scardini

Produttore:
Alain Parroni

Produttore Esecutivo:
Elisabetta Ariemma

Organizzatore Generale:
Elisabetta Ariemma

Acting Coaching:
Giada Colafrancesco

Operatore:
Riccardo Quattrociocche

Operatore Steadi-cam:
Nicola Daino

Macchinista:
Francesco Giorgi

Elettricista:
Francesco Giorgi

DIT:
Marco Luisetto

Assistente alla Regia:
Marco Luisetto

Edizione:
Chiara Del Zanno

Trucco e Parrucco:
Eleonora Sergio

Assistente Trucco e Parrucco:
Eliana Cavallo

Fotografo di Scena:
Emanuele Daga

Backstage:
Emanuele Daga

Adavede


Regia: Alain Parroni
Anno di produzione: 2017
Durata: 20'
Tipologia: cortometraggio
Genere: drammatico/sperimentale
Paese: Italia
Produzione: Threeab
Distributore: n.d.
Data di uscita:
Formato di ripresa: HD
Sistema di montaggio: AVID Media Composer
Post Produzione: Color Grading Da Vinci Reslove
Formato di proiezione: DCP, colore
Ufficio Stampa: Threeab
Titolo originale: Adavede

Sinossi: Tutto è immerso in un blu livido. Il sole tenero di inizio estate fa la sua prima comparsa assecondando il risveglio di una natura silenziosa e immobile. In una vallata, tra le rocce bianche e l’erba scura, corpi nudi, rottami, detriti e suoni distorti rendono lo scenario quasi post-apocalittico ed invece è solo il risultato di un rave avvenuto la sera precedente. Nel bosco adiacente al campo, Clara, 24 anni, ragazza della periferia romana, dolente e disincantata e gli occhi perennemente gonfi dal sonno, cammina con il cellulare in mano, fin quando non si imbatte in un cervo.
Nella speranza di catturare quell’incantevole immagine, la ragazza, punta il proprio telefono contro l’animale come un cacciatore che imbraccia il proprio fucile. Cercando di catturare quella figura il cellulare si spegne, lasciando solo il dubbio e un bel ricordo. Comincia così un viaggio all’interno di una giornata, dal bosco alla periferia. La ricerca di un carica batterie, che spingerà una ragazza a confrontarsi con diversi personaggi rimarcando il ricordo di un incontro e rendendolo così, sempre più indelebile. Una ricerca all’interno di una memoria corrotta.
Tutta la fatica di una giornata, dall’alba a notte inoltrata. E lì dietro, la periferia in estate. Polverosa e indifferente. Come calce rovente.

Ambientazione: Periferia Romana Ardea / Litorale Romano

Periodo delle riprese: Dicembre 2016 – Febbraio 2017

"Adavede" è stato sostenuto da:
Rome University of Fine Arts (RUFA s.r.l)
Comune di Ardea


  • Festival
  • Home
    video
  • Colonna
    sonora
  • Sala e TV

Video


Foto