I viaggi di Roby

Daniele Vicari


Filmografia dal 2000:
in produzione » Prima che la Notte: regia
in produzione » Bianco: regia, soggetto, sceneggiatura
2017 » doc Motori Ruggenti: partecipazione
2016 » Sole Cuore Amore: regia, soggetto, sceneggiatura
2015 » doc Uno, Nessuno: regia, Supervisione al Progetto
2012 » Diaz: regia, soggetto, sceneggiatura
2012 » doc La Nave Dolce: regia, soggetto, sceneggiatura
2010 » doc Appunti per un Viaggio alle Radici dell'Emigrazione vista al Cinema...: partecipazione
2010 » doc Foschia Pesci Africa Sonno Nausea Fantasia: regia
2009 » doc L'Aquila Bella Mé: soggetto, sceneggiatura, produttore
2008 » doc Il Mio Paese 2.0: regia, soggetto, montaggio
2008 » Il Passato è una Terra Straniera: regia, sceneggiatura
2007 » doc Gli Invisibili - Esordi nel Cinema Italiano 2000-2006: partecipazione
2006 » doc Il Mio Paese: regia, soggetto, sceneggiatura
2005 » doc Dietro l'Orizzonte: partecipazione
2005 » L'Orizzonte degli Eventi: regia, soggetto, sceneggiatura
2002 » Velocità Massima: regia, soggetto, sceneggiatura
2000 » doc Morto che Parla: regia, soggetto, sceneggiatura
2000 » doc Non Mi Basta Mai: regia, soggetto, sceneggiatura

Biografia:
Nato il 26/02/67 a Castel di Tora (Rieti).
Si è laureato in Storia e Critica del cinema presso l’Università di Roma “La Sapienza”, Cattedra di Storia e Critica del Cinema, con il prof. Guido Aristarco. Ha collaborato in qualità di critico cinematografico con la rivista Cinema Nuovo dal 1990 al 1996, e con la rivista Cinema 60 dal 1997 al 1999. Dopo aver realizzato alcuni documentari, tra i quali Uomini e Lupi, premio Sacher 1998 e il documentario di lungometraggio Non mi basta mai (co-regia Guido Chiesa), premio Cipputi al Festival di Torino nel 1999, ha esordito alla regia del film di finzione nel 2002 con Velocità Massima, David di Donatello miglior film d’esordio, in concorso alla Mostra del Cinema di Venezia. Nel 2005 il suo secondo film di finzione L’Orizzonte degli eventi, viene selezionato presso “La semaine de la critique” del Festival di Cannes.
Sempre nel 2005 ha pubblicato, in collaborazione con Antonio Medici, “L’alfabeto dello sguardo, capire il linguaggio audiovisivo”, presso Carocci, ricevendo il premio Umberto Barbaro per il miglior saggio di divulgazione del linguaggio cinematografico.
Nel 2007 riceve un secondo David di Donatello con il documentario di lungometraggio Il mio paese oltre che il premio Pasinetti dei Giornalisti cinematografici. Nel 2008 Il passato è una terra straniera viene selezionato in concorso al Festival del film di Roma e vince il Miami International Film Festival come miglior film e per il miglior attore protagonista Michele Riondino. Nel 2012 con il film Diaz, don’t clean up this blood, vince il premio del pubblico al Festival di Berlino. Vive e lavora a Roma.
(ultima modifica: 24/10/2012)