I viaggi di Roby
locandina di "Razza Impura e Molesta"

Cast


Soggetto:
Luca Capponi

Sceneggiatura:
Luca Capponi
Alessandro Drudi

Montaggio:
Luca Capponi
Alessandro Drudi
Sara Fgaier (Aiuto)

Fotografia:
Luca Capponi
Alessandro Drudi

Suono:
Luca Capponi (Presa Diretta)
Alessandro Drudi (Presa Diretta)
Paolo Capponi (Post-produzione)
Sebastiano Caceffo (Post-produzione)

Produttore:
Luca Capponi

Camera:
Luca Capponi

Camera:
Alessandro Drudi

Color Correction:
Alessandro Drudi

Color Correction:
Stefano Savona

Produttore Esecutivo:
Luca Capponi

Produttore Esecutivo:
Alba Rovella

Supervisione:
Stefano Savona

Razza Impura e Molesta


Regia: Luca Capponi, Alessandro Drudi
Anno di produzione: 2017
Durata: 5'
Tipologia: documentario
Genere: antropologico/sociale
Paese: Serbia/Romania
Produzione: Goethe-Institut Italien
Distributore: n.d.
Data di uscita:
Formato di ripresa: Digitale .mov
Camera: Canon Mkiii
Sistema di montaggio: Premiere CC
Formato di proiezione: Digital file, formato 1:1.85, colore
Titolo originale: Razza Impura e Molesta
Altri titoli: Filthy Maddening Race - Across the Invisible

Sinossi: Marzo 2016, la rotta balcanica dei flussi migratori provenienti da Est viene chiusa. I paesi al confine con l’Unione Europea iniziano ad accettare soltanto i richiedenti asilo, mentre in Ungheria, al confine con la Serbia, viene costruita in pochi mesi una barriera lunga 175 km. Febbraio 2017. Un anno dopo la situazione è invariata e chi non ha la possibilità di richiedere asilo all’UE si ritrova schiacciato al confine tra Serbia e Ungheria, in attesa di passare illegalmente al di là del muro, dove li aspetta un esercito armato pronto a respingerli. Ammassati come bestiame nelle cosiddette “jungles”, stremati dal freddo, dalla fame e dalle torture della polizia di confine, attendono il momento giusto per oltrepassare la rete. Ad undici chilometri di distanza, all’interno di un Duty Free abbandonato tra il confine serbo e quello ungherese, una famiglia siriana richiedente asilo aspetta paziente. Durante questa attesa snervante, uno dei due figli disegna a pennarello il lungo viaggio intrapreso fin lì, trasformando iricordi in simboli e sogni e raccontando a modo suo ciò che ancora non può comprendere.

Ambientazione: Confine Serbo-Ungherese / Romania

Periodo delle riprese: Dal 2 al 19 febbraio 2017

  • Festival
  • Home
    video
  • Colonna
    sonora
  • Sala e TV

Video


Foto

Notizie