CINECITTÀ SI MOSTRA
I Viaggi Di Roby

Acquistalo su € 16.15

Argomenti


Luchino Visconti - Rocco e i suoi fratelli


Autore: Mauro Giori
Anno: 2011
ISBN: 9788871809441
Tipologia: Saggio
Pagine: 243
Prezzo: 19,00 €

Descrizione: Melodramma urbano ispirato ai racconti di Testori e, più alla lontana, a Verga, Rocco e i suoi fratelli è forse il film più generoso di Luchino Visconti, quello nel quale la consueta predilezione del regista per i contrasti assume forme e accenti più popolari. Nella vicenda della famiglia di contadini lucani che si trasferisce a Milano negli anni del boom economico e si disgrega, nonostante gli sforzi della vecchia madre per tenerla unita, Visconti fonde con esito mirabile passioni antiche e problemi moderni.

Premio speciale della giuria alla Mostra di Venezia del 1961, vincitore di tre Nastri d'Argento, il film resta nella memoria per l'indimenticabile interpretazione dei suoi protagonisti (Alain Delon, Annie Girardot, Renato Salvatori).

Nei suoi cinquant'anni di vita, Rocco e i suoi fratelli non ha mai perso il suo status di opera-chiave di un'epoca in cui il cinema assolveva un ruolo capitale nella cultura del nostro paese. Raccogliendo l'eredità trasgressiva di La dolce vita, il film di Visconti ha urtato sensibilità molto accese in un momento di delicata transizione politica, suscitando un aspro dibattito che ha coinvolto la censura, la politica e la magistratura e che il libro di Giori riporta alla luce.

Facendo ricorso a documenti in buona parte inediti reperiti in vari archivi, e prendendo le mosse da un'analisi filologica delle carte del regista, questo volume propone nuove ipotesi sulle complesse e tormentate fasi che portarono alla stesura della sceneggiatura, sulle fonti (in particolare sul ruolo svolto da Giovanni Testori), sulle vicende censorie e sulla ricezione di quella che resta una delle opere più studiate di Visconti, riletta alla luce del suo contesto culturale.

Il libro di Mauro Giori analizza la pellicola con la profondità e con l'ampiezza proprie della collana «Universale Film», ed è inoltre arricchito da un'accurata lettura, anche fotografica, di una sequenza esemplare e da una ampia antologia critica.