!Xš‚‰

Premio Amidei 2007 dal 19 al 28 luglio


Il "Premio Amidei" 2007 offre un percorso unico e articolato nella scrittura per il cinema. Da sempre, la nostra manifestazione ragiona intorno al concetto di scrittura, allargando il concetto dalla sceneggiatura alle altre forme narrative, come l’adattamento, la costruzione di racconti universali, le novellizzazioni, i soggetti e i trattamenti, la critica cinematografica e l’analisi del film.


Premio Amidei 2007 dal 19 al 28 luglio
La sedel del "Premio Amidei"
Il Premio Amidei 2007, dunque, parte dalla presenza di una forte retrospettiva dedicata agli sceneggiatori “principi” del cinema italiano, Sandro Petraglia e Stefano Rulli. Nel loro lavoro, di film in film, si scopre una coerenza autoriale non seconda a quella dei registi con cui hanno collaborato. Inoltre, la scrittura seriale, come La piovra o La meglio gioventù, costruisce forme importanti di memoria storica per il nostro paese.
Lo stesso lavoro sulla memoria che rappresenta il valore più grande del romanzo cinematografico "Heimat", scritto e diretto da Edgar Reitz, cui verrà assegnato il Premio all’Opera d’Autore.
Le relazioni interne alla rassegna si moltiplicano con la retrospettiva Americana (off), panorama del cinema indipendente americano contemporaneo, dove – grazie ad autori come Wes Anderson, Paul Thomas Anderson, Alexander Payne, e altri – la scrittura e l’approfondimento psicologico ritornano al centro dei film statunitensi.
L’omaggio al critico Goffredo Fofi, per i suoi settant’anni ruoterà intorno al concetto di “Mutazioni” sociali, culturali, nazionali, intrecciando ulteriori rapporti con il lavoro di Rulli/Petraglia e di Reitz, e dimostrando che anche la critica partecipa alle forme di scrittura per il cinema.
Infine, nuovo appuntamento con Film and Reality, questa volta dedicato alla Guerra Civile Spagnola.
Ancora la storia. Ancora il Premio Amidei.

Roy Menarini


Spot "Premio Amidei" 2007


17/07/2007