Sudestival 2020
Meno di Trenta

I vincitori della 20° edizione della Rassegna Internazionale
del Cinema Archeologico di Rovereto


I vincitori della 20° edizione della Rassegna Internazionale del Cinema Archeologico di Rovereto
Premio "Paolo Orsi
Seuthes l’immortel, les secrets d’un roi Thrace - Seuthes l’immortale, i segreti di un re tracio di Zlatina Rousseva (Francia)
Motivazione: Per aver documentato e narrato con elegante semplicità e naturalezza, con corretta e scorrevole consequenzialità, l'emozionante rinvenimento, avvenuto nel 2004 in Bulgaria ad opera dell'archeologo Georgui Kitov, del tumulo funerario del re tracio Seute. Il documentario, a partire dal recupero della magnifica testa bronzea di Seute e dei raffinati corredi che l'accompagnavano, è tessuto tra il documento delle immagini, suggestive e di grande leggibilità, e l'insieme degli impeccabili interventi interdisciplinari degli studiosi che, in un raffinato gioco di trame e ordito, consegnano allo spettatore la ricostruzione di una storia straordinaria. E' la storia di Seute e del mondo dei Traci, è la storia di uomini e di dei, di sconfitte e di vittorie, di miti e di riti, di etica e di filosofia. E' una storia che si snoda per millenni in quella Tracia estesa dall'Egeo all'Ucraina, dai Balcani all'Asia Minore. E' la storia autentica delle radici della cultura e della identità europea.

Menzioni Speciali
Sur les traces des pharaons noirs - Sulle tracce dei faraoni neri di Stéphane Goël (Svizzera)
Motivazione: Perchè racconta con intelligenza e sensibilità quarant'anni di ricerche interdisciplinari in una zona del mondo poco conosciuta e poco investigata, tra le sabbie del Sudan settentrionale, dove archeologi e studiosi cercano con la popolazione locale nubiana un nuovo rapporto, differente dal modello più tradizionale ereditato dall'archeologia coloniale,
Le Génie Magdalénien - Il genio magdaleniano di Philippe Plailly (Francia)
Motivazione: Perchè, partendo dalle magnifiche espressioni artistiche di una civiltà preistorica, descrive e approfondisce i suoi caratteri culturali e antropologici' e 'coniuga, grazie alla raffinatezza del racconto, scienza e sensibilità estetica'.
Dopo aver scritto il testo di questa menzione la Giuria ha appreso che il regista Philippe Plailly è scomparso nel luglio 2008 durante delle riprese aeree sulla Vallata della Vézère.

Premio "'Città di Rovereto-Archeologia Viva" Film più Votato dal Pubblico
Sagalassos – Gli ultimi Romani di Philippe Axell e Marco Visalberghi (Belgio, Francia, Italia

Premio Speciale "Colonna d'Oro"
Venezia e la Galea perduta Marco Visalberghi (Italia, Francia)

Premio Scuole Medie e Superiori
Nascita di un capolavoro greco di Fabio Vannini (Italia)

Menzione Speciale Scuole Superiori
El Molino de Viento Manchego di Jose Luis Gómez Merino (Spagna)

Menzione Speciale Scuole Superiori per il Territorio Trentino
La cattedrale di San Vigilio. Le fasi costruttive della cattedrale e i suoi protagonisti di Stefano Benedetti (Italia)

Premio Scuole Medie
The Phoenician cemetery of Tyre al Bass Diego Bravo (Spagna)
.
Premio Scuole Medie per il Territorio Trentino
Case di Luserna di Francesco Pisanu (Italia)

Premio Scuole Primarie ed Infanzia
Civilino e l’alluvione di Valerio Oss (Italia)

Menzione Speciale Fascia Elementari
La Tina – Zanzara della Pianura Pontina (Italia)

Menzione Speciale Fascia Materne
Civilino e il Terremoto (Italia)

11/10/2009, 19:03

Simone Pinchiorri