I Viaggi Di Roby

A Firenze la "50 Giorni di Cinema Internazionale"


A Firenze la
Stanno per accendersi i riflettori sulla "50 Giorni di Cinema Internazionale a Firenze", la più grande rassegna di festival italiana (29 ottobre - 17 dicembre, Cinema Odeon di Firenze).
In programma 9 festival, i 50 anni del Festival dei Popoli, un nuovo festival del cinema francese (France Odeon), anteprime ("La Rosa di Bagdad restaurato", del 1949 - il primo film d'animazione e il primo film in technicolor italiano - e il documentario "Una rosa di guerra", del 2009, di Massimo Becattini sulla storia del film), il cinema internazionale: indiano, finlandese, documentari del "Sud del mondo".
Focus sulle pari opportunità con il Festival Internazionale di Cinema e Donne e il Queer, festival a tematica gay, lesbica e transgender. Lo schermo dell'arte, festival di film di artisti contemporanei.
In totale oltre 150 titoli tra film, documentari, cortometraggi. Incontri con gli autori al temporary bar d'artista realizzato dal Igor Eskinja.

"50 Giorni di Cinema Internazionale a Firenze" nasce nel 2007 come progetto di Mediateca Regionale Toscana Film Commission, in collaborazione con Regione Toscana, Provincia e Comune di Firenze per dare un'uniformità di date - un “cartellone unico” - e una sede unificata, a tutti i principali festival cinematografici fiorentini con una vocazione internazionale.
Il progetto intende dare una forte promozione alle iniziative in programma, sia grazie alla sinergia tra i singoli festival e sia tramite le azioni mirate di comunicazione che Mediateca mette in atto in occasione della rassegna. Il risultato è l'aver dato vita ad una vera e propria stagione autunnale di cinema di qualità che costituisce la prima e forte proposta culturale della costituenda “casa del cinema” di Firenze.
I festival assolvono infatti oggi una funzione importante per la diffusione del cinema di qualità, offrendo visibilità e una possibilità di distribuzione “alternativa” per tutti quei film che, sebbene abbiano un alto valore artistico-culturale, non trovano spazio nella filiera tradizionale.
Le scorse edizioni la “50 Giorni” ha richiamato, ogni anno, circa 50.000 spettatori, attratti da una ricca programmazione composta da lungometraggi, cortometraggi, documentari, docufiction, video d'artista, anteprime, incontri con gli autori, dibattiti, momenti conviviali: quest'anno si prevede già un incremento delle presenze grazie al consolidamento dell'iniziativa e al rafforzamento delle azioni promozionali. Durante la 50 Giorni di Cinema Internazionale a Firenze il Cinema Odeon di Firenze, oltre ad essere una delle più pregiate e antiche sale a livello nazionale, raro esempio di art déco, diventa un polo di attrazione cittadino, grazie ai suoi rinnovati spazi di socializzazione, spazi espositivi, sala stampa e al temporary bar d'artista.

26/10/2009, 17:38