FilmdiPeso - Short Film Festival

Note di regia del docufilm "La Bocca del Lupo"


Note di regia del docufilm
Il film nasce da unidea della Fondazione San Marcellino, gesuiti di Genova, che da anni assiste in diversi modi la comunit di senza tetto, emarginati, raminghi e indigenti della citt. Lintento era di raccontare non tanto lattivit della Fondazione quanto il mondo a cui questa si rivolge, le persone e la citt.
Prima del film non conoscevo bene Genova, gli unici ricordi o memoria erano i racconti di mio padre che come marittimo meridionale da l si imbarcava, e per tutta la sua giovinezza Genova ha rappresentato la sua citt ideale.
Mi raccontava sempre di quanto era bella, delle tripperie oggi scomparse e del suo cielo, una citt del nord che guarda a sud.
Io ho conosciuto unaltra Genova, ho vissuto in una zona, larea dellangiporto, dove - come nella maggioranza delle citt del nord - sempre di pi si estingue il tessuto sociale, dove la memoria impressa nelle pietre di Sottoripa.
Ho provato a raccontare il presente attorno a me, quei residuali che vengono da un mondo passato, mentre la nostalgia del Novecento rappresentata attraverso i repertori, filmini amatoriali e non, realizzati da genovesi di lunga generazione.
Il mio sguardo sul presente quello di un forestiero che racconta ci che vede dalla finestra, lo sguardo sul passato e sulla Grande Storia rappresentato dai genovesi che silenziosamente sono riusciti a raccontarla attraverso loculare di una cinepresa.

Pietro Marcello