I Viaggi Di Roby

I vincitori della 14° edizione del Filmmaker Film Festival


I vincitori della 14° edizione del Filmmaker Film Festival
Una scena del film "La Bocca del Lupo"
La giuria del concorso internazionale per film e video "Lavoro e Temi Sociali" della 14° edizione del Filmmaker Film Festival di Milano, composta dallo scrittore Antonio Franchini, dal regista Giovanni Maderna, dalla rappresentante sindacale Anna Milani, dal produttore Fabrizio Grosoli e dal rappresentante della società Fnac-Milano Gianmarco Zanre’ ha assegnato i seguenti premi

Primo Premio
Jaffa – La Mecanique de l'Orange di Eyal Sivan (Fr/Israele 2009, b/n e col. 87’)
Motivazione: Un frutto diventa il simbolo della solidarietà, prima, e poi del progressivo distacco tra due culture e popoli. Le arance di Jafffa raccontano un mondo perduto e una nostalgia che non si potrà mai rimarginare. Con "Jaffa – La Mecanique de l'Orange" Eyal Sivan ci dimostra come, sviscerando in tutti i suoi aspetti un marchio noto a molti, si possa raccontare una storia sconosciuta a tutti, ricca di dettagli sorprendenti e di emozionante epicità.

Secondo Premio
Hunky Blues – The American Dream di Peter Forgacs (Ungheria 2009, col. 100’)
Motivazione: Nel rispetto di un materiale vasto e prezioso, il film accosta voci e narrazioni mai scontate, affidate non ad attori ma a figli, discendenti, persone coinvolte. E l’esplorazione dell’inquadratura trasforma il film di montaggio in cinema (anche) di grande regia.

La giuria giovani del concorso internazionale per film e video "Lavoro e Temi Sociali", composta da Arianna Giordanella, Valentina Desario, Nicholas di Valerio, Ludovica Isidori, Francesca Monti, Assila Chersi, Carlo Alberto Rastelli, Francesco Bertocco, Giovanni Sanicola, Giovanni Magatti e Francesca Lissoni, studenti di cinema delle università e delle scuole milanesi coordinati da Vittorio Sclaverani ha assegnato i seguenti riconoscimenti:

Premio FNAC
La Bocca del Lupo di Pietro Marcello (It 2009, b/n e col. 67’)
Motivazione: Attraverso una storia così particolare, il film ha saputo emozionarci e farci riflettere su realtà sociali che rimangono troppo spesso ai margini, di cui Genova è teatro.
Un premio per un giovane regista che con questo film traccia una nuova via per il cinema italiano.

Menzione Speciale
Jaffa – La Mecanique de l'Orange di Eyal Sivan (Fr/Israele 2009, b/n e col. 87’)
Motivazione: Per la sua capacità di rappresentare in maniera lucida e intelligente un evento storico, attuale e delicato come l conflitto israelo-palestinese. "Jaffa" è il simbolo di una divisione in una terra in cui l’incontro tra diverse culture ne ha determinato l’identità.

14/12/2009, 11:39