!Xš‚‰

I vincitori del Religion Today Film Festival 2010


I vincitori del Religion Today Film Festival 2010
Gran Premio Religion Today "Nello spirito della fede":NO GREATER LOVE (Michael Whyte, doc, UK 2009)
Motivazione: Un viaggio di fede in cui la vita quotidiana di un convento di suore carmelitane viene rivelata con particolare sensibilità in un contesto di rigoroso silenzio e devozione. L'umanità delle sorelle viene mostrata assieme all'importanza di porsi degli interrogativi. Un messaggio forte per coloro che vivono in una società frenetica e che ignorano una visione della saggezza e dell'amore di Dio. Un documentario quasi monocromatico e ben girato che è tutto tranne che stereotipato. Un'opera particolarmente impegnativa e notevole perche' girata e montata esclusivamente dal regista.

Premio Miglior Film a SoggettoLOURDES (Jessica Hausner, film, Austria/Francia 2009)
Motivazione: Un viaggio di fede in cui una giovane donna paralizzata decide di intraprendere un pellegrinaggio a Lourdes, il villaggio francese famoso per le sue guarigioni miracolose. Sia la regia, sia la recitazione sono eccezionali. Il film cammina sul filo del rasoio tra la celebrazione del miracolo dell'amore che permette alla donna di ballare di nuovo e il suo interrogarsi sul perche' un Dio compassionevole non concede questa opportunità a tutti.

Menzione Speciale
MEKAEL (Jamshid Bahmani, film, Iran 2010)
Motivazione: Un gioiello di film nel quale i dubbiosi abitanti di un paesino desiderano conoscere la verità sul caso di una madre che sostiene che suo figlio à tornato dalla guerra. Un viaggio di speranza e di fede dove l'amore di una madre per suo figlio lo tiene in vita. Realtà oppure fantasia?

Premio Miglior Cortometraggio
SALIM (Tommaso Landucci, corto, Italia 2009)
Motivazione: La storia rincuorante di un ragazzo musulmano che sfuggendo alla polizia dopo un furto cerca rifugio in una chiesa cattolica, dove passa la notte. La visione del regista culmina in una scena toccante nella quale, la mattina successiva, il ragazzo e il prete, ognuno inconsapevole della presenza dell'altro, pregano il loro Dio.

Premio Miglior Documentario
IN THE SHADOW OF BUDDHA (Heather Kessinger, doc, India/USA 2010)
Motivazione: Attraverso il sorriso senza età delle monache buddiste, il regista ci guida in un viaggio di fede alla scoperta della loro presenza spirituale. Il desiderio delle monache più anziane di dedicarsi allo studio degli insegnamenti di Buddha diventa realtà soltanto per la generazione più giovane. Il film celebra l'essenza del buddismo in una scena vivace dove le giovani monache discutono il valore della transitorietà della vita.

Menzione Speciale
OUT OF CORDOBA: AVERROES AND MAIMONIDES IN THEIR TIME AND OURS (Jacob Bender, doc, USA/Spagna 2010)
Motivazione: Un viaggio di speranza, frutto di una ricerca impeccabile, nel quale accompagniamo un ebreo statunitense alla ricerca di esempi nel passato di società che non solo tolleravano la coesistenza di musulmani, cristiani ed ebrei ma incoraggiavano una collaborazione intellettuale e artistica. Tutto ciò dopo l'11 settembre 2001 e sullo sfondo del conflitto in corso tra Israele e Palestina. Il documentario esplora come i filosofi e scienziati musulmano ed ebreo, Averroè e Maimonede, svilupparono interpretazioni delle loro fedi che accoglievano il dialogo interreligioso e chiudevano le porta ai fondamentalisti. Un messaggio sicuramente attuale.

Premio Signis
ZEN AND WAR (Alexander Oey, doc, Paesi Bassi 2010)
Motivazione: Per la chiarezza narrativa e tecnica con cui porta alla ribalta le atrocità del conflitto cino/giapponese e il modo in cui i sani principi dello Zen sono stati sottomessi agli obiettivi della guerra. Un richiamo a come di fronte a cause nazionalistiche qualsiasi popolo può diventare cieco ai principi religiosi in cui crede.

Menzione Speciale Signis
HALAKEH (Avigail Sperber, film, Israele 2008)
Motivazione: Per come coglie il contrasto tra fondamentalismo religioso e una visione più equilibrata della fede e per l'intensa interpretazione degli attori, specialmente il bambino.



Viaggi della fede. Viaggi della speranza - Giuria speciale giovani Pergine Valsugana
PREZZEMOLO, SENSA PILE SENSA CURENT ELETRICA (Sandro Gastinelli e Marzia Pellegrino, doc, Italia 2008)
Motivazione: Un cammino sia fisico che spirituale verso la speranza, la speranza di un mondo migliore fatto di semplici cose come lo può essere un giocattolo per un bambino. Un futuro che riscopra i veri valori della vita come l'amore verso il prossimo e la gioia di mettersi al servizio della comunità. Perche' la fede si può trovare in ogni momento e in ogni gesto della vita quotidiana. E' grazie alla fede che Prezzemolo riesce ad affrontare le avversità della vita con il sorriso perche' ciò che conta è la realizzazione del bene comune.

Dialogo e Pace - Giuria interreligiosa Trento - Don Silvio FranchONE YEAR WITH SOHEIB BENCHEIKH (Michèle Bourgeot, doc, Francia 2009)
Motivazione: Film documentario che, straordinario e controverso al tempo stesso, pone l'accento sul punto nodale di ogni tradizione spirituale: come rompere il muro di separazione tra passato e futuro? Come mantenere l'equilibrio tra la tradizione e il rinnovamento? Tra fede e religione? Il tentativo di Soheib Bencheikh, non sempre facile da comprendere ne' da trasmettere, è di cercare, scavando nel profondo di un testo come quello coranico, le ragioni di vita per questo nostro tempo, sforzandosi non tanto di adattarvi le parole quanto di farle rivivere per l'uomo e la donna d'oggi. Sembra infatti sempre più difficile, soprattutto in questi tempi e per tutte le grandi religioni, armonizzare l'appartenenza al passato con l'incarnazione del quotidiano nel tentativo di rendere la fede un'esperienza di incontro e di dialogo per l'oggi di ogni creatura. Soheib Bencheikh fa così certamente pensare il mondo islamico, ma costringe a pensare anche i tanti mondi delle tante religioni, talvolta ancora imprigionati nell'apparente immutabilità della storia.

Religione e Società - Giuria speciale giornalisti città di Trento
RELIGION.COM (Ron Ofer e Yohai Hakak, doc, Israele 2010)
Motivazione: Per l'incisività espressiva e l'efficacia problematica con cui affronta il tema complesso e contraddittorio del modo in cui le religioni affrontano le sfide della modernità ragionando sui mutamenti che i nuovi mezzi di comunicazione (in particolare internet) possono creare nella millenaria modalità di vivere la fede, da sempre affidata alla parola scritta, alla lettura e alla rilettura dei testi religiosi e ai commenti orali degli stessi come veicolo fondamentale non solo per pregare, ma anche per comprendere il significato della vita.

Menzioni Speciali
AMEN (Stefano Cattini, doc, Italia 2009)
Motivazione: Per la suggestiva qualità stilistica del linguaggio cinematografico che si affida esclusivamente alle immagini e alle voci in preghiera degli appartenenti alla comunità evangelica pentecostale dei Sinti italiani.
COURAGEOUS AGAINST MARX AND MIELKE (Gerold Hofmann, doc, Germania 2009)
Motivazione: Per la qualità della ricerca e della documentazione che è riuscita a coniugare un modo personale altamente responsabile di vivere la propria fede con l'impegno di pacificazione nella fase della riunificazione della Germania.

Donne e Religioni - Giuria speciale di ArcoIN THE SHADOW OF BUDDHA (Heather Kessinger, doc, India/USA 2010)

Riti e Credenze - Giuria speciale di Trento - Memoria Massimo PrevedelloTHE WAY OF TAO (Yves de Peretti, doc, Francia 2010)

Scuole e Comunicazione - Giuria speciale studenti città di Bolzano
LA RETTA VIA (Roberta Cortella; Marco Leopardi, doc, Italia 2009)

Giovani e Comunicazione - Giuria speciale FSC Università Pontificia SalesianaJESUSITO DE MI VIDA (Jesùs Perez-Miranda, corto, Spagna 2009)

Fraternità - Giuria speciale di Nomadelfia
WHEN A LINE OF LIGHT SHINES (Shahriar Pourseyedian, doc, Iran 2009)

Menzione Speciale
SEMPRE PIU' IN LA': AL CUORE DELLA MONGOLIA (Carlo De Biase, Paola De Biase, doc, Italia 2010)

25/10/2010, 13:17

Simone Pinchiorri