CINECITT SI MOSTRA
I Viaggi Di Roby

Roberto Faenza a Nanook: "Non ho voluto fare il
solito film contro Silvio Berlusconi, ma mettere
il re a nudo facendolo spogliare da solo"


Roberto Faenza a Nanook:
"Non ho voluto fare il solito film contro Berlusconi, ma mettere il re a nudo facendolo spogliare da solo". Cos, Roberto Faenza ha descritto alla trasmissione radiofonica "Nanook" di Radio Citt Fujiko la sua ultima opera, il documentario "Silvio Forever", l'autobiografia non autorizzata di Silvio Berlusconi, realizzato in collaborazione con Filippo Macelloni, Gianantonio Stella e Sergio Rizzo.

Incalzato dalle domande di Antonio Martino, Faenza ha, poi, parlato della genesi del film: "Ci sono voluti tre anni per realizzare Silvio Forever. Abbiamo trovato i materiali video grazie alla rete e se non ci fosse stato internet non avremo mai potuto realizzare questo documentario. E' un'opera costruita in post-produzione con la sceneggiatura di base di Stella e Rizzo, che si evoluta nel corso del montaggio". "Non eravamo sicuri di poter realizzare un film su Berlusconi per il problema di reperire i materiali necessari, perch in Italia gli archivi visivi della memoria del nostro paese sono in mano alla Rai ed a Mediaset, che non li mettono a disposizione di tutti, perch sono due enti politicizzati" - ha continuato Roberto Faenza - "Il potere ritiene la memoria pubblica una cosa privata e questo inaccettabile".

Il regista ha, poi, parlato del suo "esilio" autoriale: "Dopo aver realizzato Forza Italia, il mio documentario sulla Democrazia Cristiana, ho passato vent'anni a girare all'estero, perch in Italia ero ritenuto un personaggio scomodo. Solo alla fine degli anni 90 sono tornato a fare un film nel nostro paese. Oggi non mi sento pi censurato, ma autocensurato, come la maggior parte dei miei colleghi, perch non possiamo realizzare delle opere libere, in quanto la politica limita la nostra attivit. Un film deve creare anche panico ed in Italia questo tipo di opere non concepita dai poteri forti"

02/04/2011, 22:30

Simone Pinchiorri