Sudestival 2020
I Viaggi Di Roby

Omaggio a Daniele Segre per i trent’anni de I Cammelli


Omaggio a Daniele Segre per i trent’anni de I Cammelli
L'AMNC - Associazione Museo Nazionale del Cinema ha organizzato una due giorni di omaggio a Daniele Segre per i trent’anni della sua casa di produzione I Cammelli.

Appuntamento il 6 e il 7 giugno al cinema Massimo di Torino: la prima proiezione (ore 18.30) è per "Occhi che videro", documentario che Segre ha realizzato sulla figura di Maria Adriana Prolo, fondatrice del Museo. L'occasione è importante anche per omaggiare un altro anniversario: il 6 giugno 1941 nacque l'idea, Maria Adriana Prolo scrisse per la prima volta sui suoi diari "Pensato il Museo".

La serata è l’ultimo appuntamento della stagione culturale 2010/2011 dell’AMNC che ha visto al lavoro, per il primo anno, il giovane direttivo con componenti di età media sotto i trent'anni. "Un anno molto intenso e ricco di progettualità, attenta alla nostra storia, al nuovo cinema e ai molteplici linguaggi artistici, ma anche a sviluppare progetti di cultura d'inclusione. Attraverso il documentario di Daniele Segre si vuole celebrare una personalità fondamentale nel panorama culturale della nostra città, ma anche restituire alle giovani generazioni e a tutti coloro che non hanno avuto la fortuna di conoscere Maria Adriana Prolo la sua storia, la sua passione e la sua tenacia nel raccogliere e conservare il patrimonio del Museo del Cinema", commenta Vittorio Sclaverani, presidente dell’Associazione Museo Nazionale del Cinema, classe 1981.

Gli altri lavori di Segre presentati in questo omaggio sono "Je m'appelle Morando - Alfabeto Morandini" (alla presenza di Morando Morandini), "Lisetta Carmi, un'anima in cammino", "Il potere dev'essere bianconero", "Manila Paloma Blanca", "Dinamite (Nuraxi Figus, Italia)" e "Asuba de serbatoiu (Sul serbatoio)".

Per informazioni: AMNC.it

28/05/2011, 07:32

Carlo Griseri