Napoli Film Festival
I Viaggi di Robi

Tuscia Film Fest 2011: Matteo Cerami parla dei
confronti tra "Tutti al Mare" e "Casotto"


Figlio dello scrittore e sceneggiatore Vincenzo, Matteo Cerami stato attore da bambino per il film di Gianni Amelio Colpire al cuore (1982). Con Mario Sesti ha diretto il documentario La voce di Pasolini (2005) applaudito dalla critica e dal pubblico. Tutti al mare il suo esordio al lungometraggio e vuole essere un ideale proseguimento di Casotto (1977). Trentaquattro anni dopo ritorna lo sceneggiatore Vincenzo Cerami, il produttore Gianfranco Piccioli per raccontarci


Tuscia Film Fest 2011: Matteo Cerami parla dei confronti tra
Matteo Cerami, figlio dello scrittore e sceneggiatore Vincenzo, ha incontrato a Canepina (VT) il pubblico del Tuscia Film Fest in occasione della proiezione della sua opera prima "Tutti al Mare" con Gigi Proietti, Ennio Fantastichini, Ambra Angiolini, Marco Giallini e Libero De Rienzo, proseguimento ideale di "Casotto" di Sergio Citti.

"Mentre in Casotto era tutto ambientato dentro le quattro pareti di legno di uno spogliatoio sul mare, dove la macchina da presa spiava i personaggi che venivano a spogliarsi; Tutti al Mare abbiamo preferito ambientarlo in un chiosco dove due dei quattro lati sono dei finestroni aperti sul mare, tanto da diventare un palcoscenico naturale", ha dichiarato Matteo Cerami paragonando i due film a trentaquattro anni di distanza.


Incontro con Matteo Cerami


12/07/2011, 14:12

Simone Pinchiorri