FilmdiPeso - Short Film Festival

La catena e il referendum, ecco i "Privilegi operai"


Una serata di cinema e approfondimento a Torino per l'anteprima del lavoro di Crua e Canale sul referendum Fiat del gennaio 2011


La catena e il referendum, ecco i
La ricostruzione della "catena"
Sala gremita al cinema Massimo di Torino per l'anteprima di "Privilegi operai", documentario di Gianfranco Crua e Gianni Ubaldo Canale che racconta il referendum Fiat del gennaio 2011.

Un documentario nato da una forte esigenza (e che siano ben quattro - cos stato detto nel corso della serata - i lavori nati intorno a quei giorni significativo) che d la parola agli operai e riesce (per la prima volta da "Tempi moderni" di Chaplin?) a far capire cosa sia effettivamente una catena di montaggio a chi non l'ha mai vissuta.

La ricostruzione del lavoro in catena, con le sue assurdit e le sue enormi difficolt (per non dire delle conseguenze fisiche sui lavoratori), sicuramente il perno centrale del documentario, e senza dubbio il suo valore aggiunto rispetto ad altre opere. L'indignazione dei lavoratori costretti a scegliere se firmare un accordo o compromettere l'intera industria nel nostro paese (cos era stato definito in quei giorni dai media il "referendum" Fiat) l'altra componente fondamentale del documentario.

La serata torinese, organizzata dallAssociazione Riccardo Braghin e dallAssociazione Museo Nazionale del Cinema, si chiusa con l'intervento in sala degli operai Fiat intervistati sullo schermo, che hanno aggiornato il pubblico con gli avvenimenti dell'ultimo anno.

Un anno in cui il lavoro in fabbrica non aumentato (anzi...) e che ha reso ancora pi assurdo il ricatto subito con il referendum: in questi giorni i macchinari stanno ripartendo ma - hanno spiegato gli operai - a essere richiamati al lavoro sembrano essere tutti tranne gli iscritti FIOM...

17/01/2012, 08:51

Carlo Griseri