Festival del Cinema Città di Spello
I Viaggi Di Roby

I vincitori di Visioni Italiane, Doc ed Ambientali 2012


"Tunnel Vision" di Stefano Odoardi vince il premio come migliore film. A "Hit the Road, Nonna" di Duccio Chiarini il Premio Visioni Doc/Doc.it.


I vincitori di Visioni Italiane, Doc ed Ambientali 2012
Una scena di "Tunnel Vision" di Stefano Odoardi
VISIONI ITALIANE
18° Concorso Nazionale per Borto e Mediometraggi

La giuria composta da Ninni Bruschetta (attore), Claudio Cupellini (regista), Ivan Franek (attore), Ludovica Rampoldi (sceneggiatrice), Maurizio Zaccaro (regista) per il 18° Concorso Nazionale per Corto e Mediometraggi 2012 ha attribuito i seguenti riconoscimenti:
Menzioni Speciali
Il Numero di Sharondi Roberto Gagnor
Motivazione: Per la grazia con la quale l’autore narra una breve storia dove vero e verosimile si fondono con leggerezza.
L'Estate che non Viene di Pasquale Marino
Motivazione: Per la forza di poesia e violenza attraverso la quale si sviluppa il passaggio dall’adolescenza all’età adulta in un tempo sospeso di un pomeriggio particolare.
Premio "Arci Bologna" Migliore Film sulle Tematiche legate ai Nuovi Cittadini, ai Diritti Sociali e all’Immigrazione
Salvatore di Bruno e Fabrizio Urso
Motivazione: La sensibilità dei due protagonisti trasmette verità e credibilità a questa piccola storia di frontiera che mette perfettamente a fuoco le problematiche nelle quali si muovono i nuovi cittadini.
Premio al Miglior Film
Tunnel Vision di Stefano Odoardi
Motivazione: Per la felice originalità del racconto, interpretato con intensità e partecipazione da tutti gli attori. E per il rigore della messa in scena sostenuta da una drammaturgia puntalmente risolta .

VISIONI DOC
10a edizione

La giuria composta da Mariangela Barbanente (regista), Pina Lalli (sociologa), Vito Palmieri (regista) e Filippo Vendemmiati (giornalista e regista) ha deciso di assegnare per la 10a edizione di Visioni Doc:
Menzione Speciale
Versibus Alternis di Michele Miottello
Motivazione: Per aver saputo unire la freschezza del linguaggio all’originalità del tema. La sfida musicale e vocale di giovani rapper si sviluppa lungo un ritmo serrato che diventa anche occasione di conoscenza inedita e mai banale.
Premio Arci Bologna
Il Castello di Massimo D’Anolfi e Martina Parenti
Motivazione: Per come riesce a raccontare il confine virtuale tra un paese e il resto del mondo. Un aeroporto come filtro imperfetto, rete nelle cui maglie si impigliano scorie e vite umane: un Castello che a fatica riesce a controllare la necessità e il diritto delle persone di varcare le frontiere.
Premio Visioni Doc/Doc.it
Hit the Road, Nonna di Duccio Chiarini
Motivazione: Per la capacità di raccontare in modo lieve, da osservatore partecipante e insieme distaccato, la storia di Delia, una donna innovatrice e coraggiosa, che attraversa almeno tre generazioni, testimoniandone tensioni, contraddizioni e conflitti.

VISIONI AMBIENTALI
12a edizione

La Giuria composta da Marcella Piccinini (regista), Adriano Sforzi (regista), Mauro Bompani, Vanes Poluzzi, Stefano Tibaldi (Arpa) ha conferito all’unanimità il:
Premio “Visioni Ambientali”
The Change di Fabiàn Ribezzo
Motivazione: Per la capacità, in un prodotto destinato all’educazione, di proporre un messaggio complesso con gli strumenti dell’animazione, sorprendendo e divertendo gli spettatori con ricchezza di invenzioni e ritmo incalzante. Il film individua un percorso di sostenibilità economica e ambientale per l’utilizzo equilibrato delle risorse naturali, senza ideologismi e senza rifiutare la modernità.

27/02/2012, 11:52

Simone Pinchiorri