Festival Internazionale della Cinematografia Sociale \
!Xš‚ť‰

"L’Incantatore di Serpenti", Gian Carlo Fusco e la sua vita


Il documentario di Salvatore Allocca sull'irriverente giornalista č distribuito online dalla piattaforma di Own Air



Gian Carlo Fusco
Una vita piena di storie (vere o presunte) quella di Gian Carlo Fusco, giornalista tra le personalitŕ piů interessanti e originali del Novecento italiano, autore di saggi apprezzati e unici diventati film (ricordiamo "Gli indesiderabili" di Pasquale Scimeca e "Le rose del deserto" di Mario Monicelli).

Una vita che ora č raccontata dal documentario "L'incantatore di serpenti" di Salvatore Allocca, che la ricostruisce alternando immagini di fiction (con il giornalista interpretato dall'attore Leo Mantovani) e interviste ai tanti colleghi e amici che lo ricordano (da Tullio Kezich a Gianni Clerici, da Natalia Aspesi a Gianni Bisiach).

Giornalista, romanziere, sceneggiatore cinematografico, attore e protagonista della scena artistica nazionale a cavallo tra gli anni ’50 e ‘60, straordinario narratore di storie e di bugie: questo e altro č stato Gian Carlo Fusco, e va dato atto ad Allocca di essere riuscito a trasmettere l'energia irregolare del suo protagonista anche a chi non lo conosceva e ha scoperto durante la visione un personaggio difficile da dimenticare.

Forse la nota piů dolente del lavoro č proprio la parte di finzione: la recitazione sopra le righe di Mantovani prova a rendere il personaggio, ma sono proprio le descrizioni entusiaste dei suoi amici e colleghi a rendere evidente l'impossibilitŕ di "ripetere" Fusco. E, di conseguenza, sono le immagini di repertorio a diventare la vera perla de "L'incantatore di serpenti".

28/03/2012, 09:00

Carlo Griseri