Festival del Cinema Cittŕ di Spello
I Viaggi Di Roby

CLOUDBURST - Quando si parla di diritti alle coppie gay...


Il film di Thom Fitzgerald si avvale dell’apporto di due grandi attrici, entrambe premio Oscar: Olympia Dukakis e Brenda Fricker


CLOUDBURST - Quando si parla di diritti alle coppie gay...
E’ a tutti gli effetti una “dramedy” il film “Cloudburst” di Thom Ftizgerald, un’ottima combinazione di elementi “drama” e di “comedy” valorizzata da panorami di innegabile bellezza e - ancor piů - da due attrici di talento indiscusso, i premi Oscar Olympia Dukakis (statuetta per “Stregata dalla luna”) e Brenda Fricker (vincitrice con “Il mio piede sinistro”).

Stella e Dotty sono una felice coppia lesbica da oltre trent’anni, ma il loro lieto e sereno ménage familiare viene sconvolto quando una sera Dotty ha un piccolo incidente domestico che richiede l’intervento dell’ambulanza. Sua nipote Molly si spaventa e decide che la donna non puň piů vivere in quella bella casa sulle coste del Maine, deve essere tenuta in una clinica e assistita al meglio.
Molly non accetta l’idea che sua nonna possa essere lesbica, e per questo č cieca di fronte alle proteste di Stella, che si vede quindi costretta a “rapire” l’amata una notte e a partire con lei per il Canada. Un road movie insolito per due arzille innamorate che cercano oltre confine la legittimitŕ di un matrimonio che possa tutelarle da tutto e da tutti.
Nel viaggio incontreranno il giovane Prentice, autostoppista-ballerino che diventerŕ fondamentale per la riuscita del loro progetto...

“Cloudburst” non č di certo il primo film che tratti di un viaggio con anziani protagonisti, né il primo a narrare l’amore omosessuale nella terza etŕ, ma Thom Fitzgerald - un regista caro al pubblico gay (“The Hanging Garden”, “Beefcake”, “The Event”) - riesce a costruire un film gradevole e coinvolgente, in cui le risate che le due donne suscitano sono direttamente proporzionali alle lacrime versate.

Un po’ convenzionale in alcuni passaggi (la nipote “megera”), il film regala dialoghi brillanti (tra gli altri, quello a difesa della musica della cantante lesbica K.D. Lang, con l’ignoranza del giovane e la gelosia della compagna...) e ha l’enorme pregio di ridare il centro della scena a due attrici ancora in formissima.

29/06/2012, 08:45

Carlo Griseri