I Viaggi Di Roby

Presentazione a Venezia del progetto cinematografico "Oltre il Fiume"


Presentazione a Venezia del progetto cinematografico
La casa di produzione padovana Studio Scialpi, in coproduzione con Filmina Scan, Videonoir, Cronos Film e l’hollywoodiana Dolce Mare Productions, presenterà durante la 69° Mostra Internazionale d'Arte Cinematografica a Venezia, il progetto cinematografico "Oltre il fiume" di Christian Battiferro, autore e regista con numerose produzioni e riconoscimenti alle spalle, e che con questo film vuole segnare il suo esordio al lungometraggio.
Il progetto ha già ricevuto il sostegno della Regione Veneto per lo sviluppo della sceneggiatura e attualmente sta partecipando al bando di finanziamento dalla Veneto Film Commission per la fase di produzione vera e propria. Oltre il fiume, attualmente in fase di pre-produzione avanzata, verrà presentato in una conferenza stampa con il regista e i produttori, il prossimo 31 agosto nell’ambito della Mostra del Cinema di Venezia, presso l’Hotel Excelsior al Lido di Venezia a partire dalle ore 17 in uno spazio vetrina messo a disposizione dalla VFC per i media, in cui verrà inoltre proiettato in anteprima il teaser del film.

"Oltre il fiume", con un budget stimato di circa 500.000 euro, e 36 giorni di riprese pianificati sul territorio veneto, è un progetto che pur mantenendo una forte componente indipendente sia sul piano stilistico che produttivo, ha tutte le caratteristiche per entrare di diritto nel panorama del cinema di “serie A” italiano.
Il film parte dalla struttura narrativa del thriller psicologico, e vuole raccontare in modo libero, dando spazio alle scelte dell’autore, una storia semplice ma intensa, basata sulla forza comunicativa del personaggi e sugli elementi evocativi del paesaggio.
In tal senso la scelta dell’uso della pellicola è prima di tutto una scelta basata sull’esigenza stilistica, in controtendenza rispetto all’attuale panorama produttivo che vede la sempre più massiccia e omologante diffusione nell’uso delle videocamere e dei formati digitali.

"Oltre il fiume" racconta la storia di un incontro, oltre il fiume dei pregiudizi, che avviene all’interno di un’isola nel delta del Po. I protagonisti, Luca (Sebastiano Filocamo) è un austero proprietario terriero, Michele (Paolo Ottoboni) un giovane alla deriva per i suo problemi con la droga. Entrambi sono alla ricerca di qualcosa che ignorano, si trovano in un punto fermo, sospeso, delle proprie esistenze, ritratto dalle spettrali atmosfere tipiche della pianura padana, unico elemento che condividono. E proprio grazie alla condivisione del medesimo territorio che entrano in contatto tra di loro. Sono individui soli che inizialmente si temono e si disprezzano, ma che poi, conoscendosi, arrivano per un momento a stabilire un rapporto vero e autentico anche se difficile e scontroso. Mentre sono impegnati nella costruzione di una torre vedetta per custodire l’isola da fantomatici invasori stranieri, affiorano, materializzandosi nella nebbia, i loro ricordi che ci svelano un passato doloroso e oscuro. Luca e Michele si trovano così per la prima volta faccia a faccia con il loro nemico immaginario, con le loro paure, con i traumi e i rimorsi, ma soprattutto con “il diverso” con cui non avrebbero mai comunicato. Costruendo la torre costruiscono anche un’amicizia. Si tratta però di un rapporto impossibile, dettato dalla contingenza, che si rivelerà sempre più oppressivo, fino a quando, sul finale, la distanza iniziale verrà ristabilita con la forza.

Nel cast, composto da più di dieci attori, spicca Sebastiano Filocamo nel ruolo di Luca, attore di esperienza più che trentennale che ha collaborato con nomi del calibro di Roman Polanski, Valeria Golino, Vincent Gallo, Gerard Depardieu, Filippo Timi, sia in teatro che in opere cinematografiche dirette da grandi maestri come Bellocchio, Bertolucci, Tornatore e molti altri. Paolo Ottoboni, invece, che interpreterà Michele, è un giovane talento. Esce nel 2010 dall’Accademia Teatrale Veneta, ha all’attivo diverse esperienze in teatro e di recente gli è stato assegnato il ruolo di coprotagonista del film “Korin” di Paolo Martini con Ivano Marescotti.

Il film, che verrà girato interamente in Veneto, si avvale inoltre della collaborazione di enti come il Consorzio Per Lo Sviluppo Del Polesine – Polesine Film Commission che sta puntando alla valorizzazione del territorio attraverso il cinema, e di sponsor privati come la ditta Francescon Romano & C. S.a.s. di Montagnana, che credendo nel progetto e nelle opportunità promozionali, ha deciso di investire fornendo tutte le attrezzature, gli oggetti di scena, gli arredi e il materiale per le scenografie.

Attraverso la produzione del film è previsto un coinvolgimento di oltre una ventina di professionalità artistiche e tecniche residenti sul territorio, promuovendo e incentivando concretamente la cultura e l’attività produttiva cinematografica in Veneto.
Quindi oltre a promuovere il territorio del Veneto e il delta del Po, con la sua natura, cultura e antiche tradizioni, la produzione cinematografica, in un momento socio-economico delicato come quello che stiamo attraversando, è un utile strumento per favorire la formazione e la crescita di nuove professionalità sul territorio in grado di operare in maniera capillare nel settore dell’audiovisivo. Come noto, la produzione cinematografica e audiovisiva in genere, è attualmente in forte espansione visti i numerosi canali multimediali e dispositivi tecnologici destinali alla sua fruizione e la crescente richiesta di contenuti che ne consegue. Di fatto i dati confermano che le regioni che oggi incentivano questo settore produttivo, come la Puglia con la sua film commission, stanno ottenendo risultati oltre ogni aspettativa in termini di ricaduta sul territorio sul piano lavorativo e turistico, distinguendosi addirittura a livello europeo.

Attualmente la produzione sta cercando ulteriori partner e distributori che possano sponsorizzare, investire o distribuire il film, promuovendo la cultura veneta in Italia e nel mondo, e concorrendo a dare un'immagine moderna e interessante del territorio stesso, grazie anche agli sgravi fiscali e degli incentivi ministeriali previsti dalla legge 327 che promuove l’investimento cinematografico attraverso la “tax credit”. Tale normativa prevede la possibilità di compensare debiti fiscali (Ires, Irap, Irpef, Iva, contributi previdenziali e assicurativi) con il credito maturato a seguito di un investimento nel settore cinematografico.

L’appuntamento è quindi per la conferenza stampa di venerdì 31 agosto presso l’Hotel Excelsior al Lido di Venezia a partire dalle ore 17, alla quale tutti i giornalisti e gli appassionati di cinema sono invitati.
Durante la conferenza verrà proiettato in anteprima il teaser del film che sarà visibile, a partire da settembre, anche sul sito ufficiale www.oltreilfiume.com e sulla pagina facebook www.facebook.com/oltreilfiume.
Durante la conferenza stampa, inoltre, verrà distribuito il materiale informativo a tutti i partner, sponsor, investitori e distributori interessati al progetto, che potranno così conoscere i produttori e il regista del film.

29/08/2012, 15:18