I Viaggi Di Roby

"The Dark Side of the Sun" in sala grazie
al Premio Distribuzione “Doc in Cinema”


Il documentario “The Dark Side of the Sun” del regista Carlo Shalom Hintermann e del regista dell’animazione Lorenzo Ceccotti (Festival Internazionale del Film di Roma 2011 – Sezione Extra Concorso) ha vinto il Premio distribuzione “Doc in Cinema”, offerto da Microcinema ai finalisti del Doc/it Professional Award.

Il Premio consiste nell’uscita nazionale in sala in prima visione in circa 200 sale italiane per un valore in servizi di distribuzione di 30.000 € ed č stato decretato da una giuria di esercenti.

The Dark Side of the Sun” č prodotto da Daniele Villa per Citrullo International e da Iginio Straffi per Rainbow in collaborazione con Rai Cinema. Cosě Iginio Straffi, Presidente e Fondatore di Rainbow, ha espresso il suo entusiasmo per questo riconoscimento: "Il premio 'Doc in Cinema' per The Dark Side of the Sun e quindi la distribuzione del film nelle sale č una notizia che ci riempie di gioia. Ho creduto sin dal principio nel progetto, un documentario di immenso valore e toccanti suggestioni, per chi come Rainbow si impegna con passione e dedizione nel mondo dell'animazione e nella divulgazione di problematiche sociali che riguardano soprattutto il nostro pubblico di ragazzi. Siamo davvero felici che il grande pubblico italiano avrŕ la possibilitŕ di immergersi in una storia suggestiva e in una produzione che ritengo eccellente".

Al centro del documentario l’universo “al buio” dei bambini affetti da XP, Xeroderma Pigmentosum, una rara malattia che provoca tumori alla pelle e costringe ad una vita rovesciata, possibile quasi solo di notte. Il sole č per questi bambini un nemico mortale e sono costretti a vivere lontani dal mondo diurno dei loro coetanei. Il documentario ci accompagna alla scoperta di Camp Sundown, un campo estivo nello stato di New York, creato dalla tenacia dei genitori di una ragazza affetta da XP, dove questa piccola comunitŕ notturna dŕ vita ad un universo parallelo, colmo d’incanto, dove genitori e figli si riconoscono in un unico desiderio: vivere appieno la propria vita, nonostante la malattia.

16/02/2013, 09:08

Lucilla Chiodi