I viaggi di Roby

I vincitori del Piemonte Movie gLocal Film Festival 2013


I vincitori del Piemonte Movie gLocal Film Festival 2013
Il nuovo premio Toret
Al termine di un'edizione breve per motivi di budget ma comunque ricca di proposte interessanti, si chiusa ieri sera a Torino l'edizione numero 13 del Piemonte Movie gLocal Film Festival.

Annunciati i vincitori, prima della proiezione di un filmato cui gli organizzatori del festival tengono molto: un discorso del presidente dell'Uruguay, Jos Pepe Mujica, un intervento limpido e appassionato su ci che il mondo potrebbe e dovrebbe essere e che sarebbe bello sentir fare - e mettere in pratica - anche da tutti gli altri uomini di stato.

Per la categoria Spazio Doc il miglior lavoro stato "Cadenas" di Francesca Balbo, scelto dalla giuria giuria presieduta da Franco Prono (docente DAMS), Fabrizio Dividi (regista e sceneggiatore), Carlotta Givo (ideatrice del PiemonteDocumenteurFF), Carlo Griseri (giornalista cinematografico e redattore di CinemaItaliano.info), Claudio Serni (docente Universit di Firenze), con questa motivazione:

Per la capacit di raccontare il tempo con immagini puntuali, sospese, nella loro pulizia e bellezza. Per aver rappresentato allegoricamente la situazione dell'Italia di oggi, che tra difficolt e incertezze arranca come un vecchio treno su un binario arrugginito.

Il premio dell'Associazione Maurizio Collino andato invece a "Murge, il Fronte della Guerra Fredda" di Fabrizio Galatea, mentre il pubblico ha premiato "Shlomo. La Terra Perduta" di Stefano Rogliatti e Matteo Spicuglia.

Nella categoria Spazio Piemonte dedicata ai corti, primo premio - scelto dalla giuria guidata da Steve Della Casa e composta da Lucia Cannone (FCTP), Marie Christine Garetti (esercente dello storico Cinema Splendor di Asti), Fulvio Gatti (editore e sceneggiatore) e Grazia Paganelli (programmatrice al Museo del Cinema) - a "Il debito del mare" di Adil Tanani, mentre il pubblico ha premiato "Dove ti nascondi" del del Centro Sperimentale di Cinematografia di Chieri.

17/03/2013, 09:48

Sara Galignano