Festival del Cinema Città di Spello
I Viaggi Di Roby

HEROES - Cinque "eroi" a cavallo di una mountain bike


Il documentario di Tomas Mendini girato prima e durante l'edizione 2012 della Südtirol Sellaronda Hero


HEROES - Cinque
Ha le sembianze del reportage sportivo ma vuole essere molto di più "Heroes" di Tomas Mendini, girato nell'ambito dell'edizione 2012 della durissima corsa per mountain bike Südtirol Sellaronda Hero: 82 chilometri in montagna, oltre 4.000 metri di dislivello da compiere in un pugno di ore, un titolo mitico per i campioni internazionali ma anche una sfida per gli amatori.

Mendini sceglie cinque iscritti alla gara: c'è chi vuole rivincere (il campione in carica 2011, Mirko Celestino), chi si vuole sfidare (Fabio Viganò), chi ha il futuro dalla sua (la campionessa junior Julia Innerhofer), chi ha trovato sulla bici una nuova vita (Andrea Turcatel) e chi ha fatto della grinta il suo marchio di fabbrica (l'ex difensore di Lecce, Juventus e Torino Pasquale Bruno).

Le immagini sportive e naturalistiche sono di grande impatto, e il racconto a cinque voci ben ritmato: si arriva al via sotto una grondante pioggia, e allo spettatore sembra già di conoscere i suoi protagonisti. Celestino è molto galvanizzato dalla possibilità di compiere il bis, Viganò ha un passato da obeso e si è posto un nuovo limite arduo da raggiungere per confermare la propria fiducia in sé stesso, la bella e bionda Julia Innerhofer affronta la fatica con spensieratezza (e consapevolezza), Turcatel ha un passato da sbandato ma dopo una brutta esperienza è diventato salutista e "irriconoscibile", ammette lui stesso. Mentre Pasquale Bruno vuole testare un suo motto ("Il talento non serve, ci vuole la caparbietà") e mettere a dura prova il suo fisico di quasi cinquantenne.

Mendini racconta la gara di tutti i suoi personaggi, ma lasciamo alla visione la scoperta di vincitori e vinti (se ce dovessero essere...): il documentario si chiude con una citazione di Seneca che ben rende il senso dell'operazione, "Non è il caso che tu creda di aver perso tempo e fatica, se hai imparato per te stesso".

01/05/2013, 11:00

Carlo Griseri