Sudestival 2020

Note di regia del film "Pays Barbare"


Note di regia del film
Ci chiniamo su materiali riguardanti lEtiopia coloniale italiana (Abissinia), di recente scovati in un archivio cinematografico privato. Frughiamo tra i fotogrammi del colonialismo, studiandoli con una lente e trascrivendo le didascalie. I materiali dovevano essere visti tra le pareti domestiche, in silenzio. In questi brani cinematografici si possono notare, guardandoli a mano, senza un proiettore, i segni di chi aveva posseduto i film, le parti sulle quali pi volte era ritornato. Una doppia lettura la nostra, quella delle immagini e il modo in cui erano state consumate. Donna etiope inginocchiata con veste aperta sul seno, militare barbuto che le insapona simbolicamente la testa: le didascalie forniscono termini ricorrenti, come barbaro, primitivo, razziatore, bigamia. Tra le pellicole troviamo una somma di sequenze militari della violenta impresa italiana per la conquista dellEtiopia e la scritta: Per questo paese primitivo e barbaro lora della civilt ormai scoccata. Sono storia dellimmagine di Mussolini in Africa: la comunicazione alle masse attraverso le caratteristiche fisiche della sua persona, che deve apparire come unicona fortemente marcata e incomparabile.

Yervant Gianikian e Angela Ricci Lucchi