I Viaggi Di Roby

Note di regia del cortometraggio "Addivanati"


Note di regia del cortometraggio
Un calcio nel culo, uno schiaffo rianimatore, una speranza per un futuro nonostante lo stato delle cose: questo il corto "Addivanati", tratto da un geniale
testo ironico poetico di Giuseppe Boy. Proprio dopo aver ascoltato anni fa da Giuseppe questo testo e rivivendo una condizione simile al protagonista del
suo racconto, ho letto un grido dallarme, unimmagine cruda e reale riflessa nello specchio di un popolo assopito e reso inerme. Il corto si intreccia con le parole in lettura e le parole scritte, sparse in una stanza dai toni Kafkiani e in precario equilibrio tra il vero e il non vero. Pochi oggetti concreti e tanti altri disegnati, per suscitare una domanda: cos vero e cosa non lo ? Unico dato oggettivo, i filmati
trasmessi dal televisore, dove esempi di lotte e leader pacifisti hanno fatto la storia dellumanit e oggi pi che mai sono un valido riferimento. Non retorica, ma una iniezione di sana memoria storica e politica.
Viviamo sicuramente in un mondo difficile e questo ci obbliga ancor di pi a riconoscere il sogno e a combattere perch si concretizzi, perch ci porti a vivere un mondo migliore; questa lurgenza e questo il piccolo contributo di "Addivanati".

Licio Esposito