Sudestival 2020
I Viaggi Di Roby

CANNES 67 - I Ponti di Sarajevo


Il centenario della Grande Guerra arriva al Festival con un film collettivo. Per lItalia Leonardo Di Costanzo e Vincenzo Marra


CANNES 67 - I Ponti di Sarajevo
Passato ieri al Festival, fuori concorso, "I ponti di Sarajevo", progetto collettivo che vede 13 tra i pi eminenti registi europei contemporanei confrontarsi con i fantasmi e le speranze di rinascita che hanno animato l'Europa a partire dallo scoppio della Prima Guerra Mondiale.

Sarajevo rappresenta lo spunto, il palcoscenico d'eccezione delle sue drammatiche conflittualit, identit etniche e geopolitiche che qui hanno detonato, disseminando su tutto il continente le sue onde d'urto. Ma anche il simbolo della possibilit di ricostruire un Europa pi civile. A rappresentare lItalia nel progetto due cineasti: Leonardo Di Costanzo e Vincenzo Marra.

Di Costanzo ad affrontare il tema della prima conseguenza dei fatti dell'estate 1914 su tutto lo scacchiere europeo: la Grande Guerra e la fabbrica della morte nelle trincee delle montagne italiane. Il suo episodio, "Lavamposto" liberamente ispirato a un racconto di guerra di Federico De Roberto e sceneggiato da Maurizio Braucci (Gomorra, Reality ).
Marra sceglie di ambientare il suo episodio, "Il ponte", a ridosso dellassedio di Sarajevo, allinzio degli anni 90, quando i suoi protagonisti Majo e Fatima arrivano a Roma per sfuggire alla guerra. Lei cristiana. Lui musulmano. Il loro fragile equilibrio, costruito negli anni viene rotto dalla notizia della morte del padre di Majo che li obbligher a fare i conti con il proprio doloroso passato. I Ponti di Sarajevo coprodotto da Francia, Bosnia, Svizzera, Germania, Portogallo, e Italia grazie a Mir Cinematografica e Rai Cinema e con il sostegno della Trentino Film Commission, MiBACT e la Fondazione Cassa Rurale Di Trento.

Dopo Cannes, il film aprira il 27 giugno levento Sarajevo nel cuore d'Europa che ricorda il centenario dellinizio della Prima Guerra Mondiale.

Da Cannes Valentina Neri

23/05/2014, 22:02