CINECITTÀ SI MOSTRA
I Viaggi Di Roby

I vincitori della prima edizione del Cromicon Film Festival


I vincitori della prima edizione del Cromicon Film Festival
Vincitore Assoluto
Oggi gira così di Sidney Sibilia
Motivazione: “Un racconto comico narrato attraverso un filo conduttore che rappresenta il cinismo della vita che a volte si nasconde dietro una maschera sociale. Una struttura ad anello che chiude il cerchio di una risata amara”.

Menzioni Speciali Comicron
Fulgenzio di Aldo Iuliano
Motivazione: "Per aver rappresentato un corto che sdrammatizza la crisi matrimoniale attraverso il racconto comico. Protagonista indiscusso: un nome che esplode come un fulmine a ciel sereno e che rappresenta una seria minaccia per i due futuri sposi".
Papà di Emanuele Palamara
Motivazione: "Per aver saputo dar vita ad una comicità preziosa e ben dosata, che viene scoperta attraverso le tappe di una ricerca di identità che porta ad una sconvolgente verità".
Siamo fortunati di Claudio Bandelli
Motivazione: "Per aver saputo rappresentare con ironica comicità uno spaccato di vita  reale che attraverso il dialogo esilarante di una coppia di inossidabili amici scopre alla fine il dramma della solitudine".

Menzione Speciale- Laboratorio dei sogni
Mafia University di Gianluca Giardi e Peppe Coco in collaborazione con Maurizio Gianotti per i ragazzi di Rai lab e Michela Gavrila per l’Università “La Sapienza” di Roma
Motivazione: "Per aver scelto la comicità come arma più efficace di ogni altra per debellare uno stereotipo sociale di violenza ed omertà troppo spesso associato alla Sicilia".

Premio Miglior Attore (ex-aequo)
Brunetto Salvini e Renzo Campaioli per Siamo fortunati del regista Claudio Bandelli
Motivazione: “Interpretazione esilarante e realistica di due fortunati amici che non temono lo scorrere del tempo anagrafico, bensì tutte le antipatiche circostanze che la società impone come status finché un paradosso finale farà correre un serio rischio alla loro lunga amicizia".
Stefano Sarcinelli per Perfetto del regista Corrado Ravazzini
Motivazione: “Un’interpretazione ilare e veritiera di una tipologia di cliente che nessun commerciante vorrebbe mai incontrare. Una cinica volontà di esasperazione che alla fine si ritorce contro se stesso. Perfomance che testimonia una grande maturità raggiunta dall’attore”.

Premio Miglior Attrice
Alice Bachi per Una voglia improvvisa di Claudio Bandelli
Motivazione: "Un’interpretazione esilarante e briosa di un personaggio tratto da un corto con un finale a sorpresa per una voglia improvvisa che viene pagata veramente a caro prezzo".

Miglior Cortometraggio Straniero
Ciudadano Torralba redux del regista Suso Hernandez- Madrid – Spagna
Motivazione: “Una passione che viene coltivata fino a diventare un’ossessione è ciò che spinge i grandi uomini della storia. Un gioco antico e rischioso. Un racconto comico condotto con sapiente ironia attraverso il genere dell’intervista che alla fine rivela la strana verità dei vincitori: sentirsi alla fine come dei bambini”.

Miglior cortometraggio di Animazione
Last Lunch del regista Miha Subic - Slovenia
Motivazione: “Una storia divertente e paradossale che attraverso i disegni di animazione canzona la spasmodica ricerca del fresco e del genuino, che talvolta può provocare pericolose controindicazioni”.

07/08/2014, 15:56