I viaggi di Roby

CONFUSI E FELICI - La nuova commedia di Massimiliano Bruno


Psicoterapeuta e pazienti in una "nuova" avventura animata da un cast ricco dei migliori nomi del momento. "Tutti piuttosto strampalati ma affettuosi e divertenti" li definisce il regista. Di sicuro tutti in cerca di sicurezze e di risposte che troveranno lungo il cammino. Prodotto da IIF di Fulvio e Federica Lucisano, distribuito da 01 sar al cinema da gioved 30.


CONFUSI E FELICI - La nuova commedia di Massimiliano Bruno
"Confusi e Felici" di Massimiliano Bruno
"Confusi e felici" si sviluppa su tre linee narrative: una gi vista, una prevedibile, una improbabile. Massimiliano Bruno sembra aver perso il suo smalto brillante, il suo umorismo pungente sia degli spettacoli teatrale sia del primo film da regista, "Nessuno mi pu giudicare". La sceneggiatura di questo nuovo film, scritta con Edoardo Falcone, oltre a ricordare da vicinissimo il Carlo Verdone di Ma che colpa abbiamo Noi, ripercorre la strada psicoterapeuta-pazienti, gi vista di recente in "Tutta Colpa di Freud", in "Ti ricordi di me" (per citarne solo due), utile scorciatoia per mostrare tutto insieme un plotone di personaggi stravaganti, mal assortiti e ingestibili in qualsiasi altra credibile situazione.

E dunque eccoci di nuovo di fronte ai depressi, ai maniaci sessuali, ai cornuti e alle coppie in crisi, al malavitoso con le crisi di panico (De Niro era un mafioso di New York, Giallini un pusher di Tor Cafona) fino a giungere allo stesso Dottore, bisognoso anche lui di terapia psicologica. Ovviamente tra lui e i pazienti, nessun contatto "privato" dovrebbe sopravvenire ma, il bisogno di entrambi spinge a una relazione che si trasforma miracolosamente in amicizia. Uno per tutti diventa tutti per uno, con la banalit di un proverbio che si adagia sulla prevedibilit della storia che si sviluppa e conclude con soluzioni semplicistiche (il viaggio in autobus verso la Germania e l'arrivo di Giallini in moto)

Se la sceneggiatura deludente, non basta una colonna sonora ricca ma didascalica e spesso fuori luogo, alcuni simpatici cammei e un gruppone di attori che va per la maggiore per salvare un film come Confusi e Felici. Il solo Marco Giallini riesce a strappare qualche risata con le sue "coattate" da borgataro, mentre nulla di nuovo arriva dagli altri interpreti: Claudio Bisio (sempre prodigo di smorfie e faccette), Anna Foglietta, Paola Minaccioni, Caterina Guzzanti, Pietro Sermonti, lo stesso Bruno, e un Rocco Papaleo misteriosamente assente da locandine e pubblicit.
Un cast d'eccezione con cui il Massimiliano Bruno di qualche anno fa avrebbe certamente saputo offrirci qualcosa di pi.

27/10/2014, 15:48

Stefano Amadio