I viaggi di Roby

SIAMO DONNE - A Spello una mostra sulle signore del cinema


Gli abiti dei grandi stilisti raccontano i volti e gli animi delle grandi icone del cinema internazionale.


SIAMO DONNE - A Spello una mostra sulle signore del cinema
Sabato 28 febbraio, fino all8 marzo 2015, la citt di Spello si vestir a festa ospitando la IV^ edizione del Festival del Cinema di Spello e dei Borghi Umbri (ovvero Spello, Montecastello di Vibio, Perugia, Torgiano, Cascia, Bevagna, Foligno, San Venanzo, Nocera Umbra ed Assisi.), manifestazione riservata alle professioni del cinema, ovvero al cosiddetto dietro le quinte, presieduta dalla dottoressa Donatella Cocchini e diretta dal regista Fabrizio Cattani.

Il via appunto sabato 28 ,alle ore 10:00, con lapertura del Palazzo del Cinema (Palazzo Comunale), al cui interno vivranno la mostra regina del Festival, ovvero "Siamo Donne", dove gli abiti dei grandi stilisti raccontano le donne del cinema, nata da unidea dello storico del costume Luciano Lapadula e del suo collega e stilista Vito Antonio e grazie ai quali saranno messe in luce in una sorta di moderna epifania i volti e gli animi delle grandi icone del cinema internazionale, dalla sua nascita ad oggi, nonch "Scene di vita dei primi del 900" in collaborazione con il Palio Santa Croce di Nocera Umbra e "Mostra opere in concorso degli istituti superiori umbri".

Il titolo scelto per la mostra, "Siamo Donne", non a caso omonimo del celebre "film collettivo" del 1952, all'interno del quale si raccontano quattro episodi della vita di altrettante attrici da un punto di vista intimo e insubordinato al ruolo di diva del cinema.

Donne come tante dunque, amanti, madri, lavoratrici imprigionate spesso nel ruolo iconografico che si sono costruite attraverso una moda in celluloide. L'abito in oggetto diviene quindi un "habitus" che simulacro di identit celate e bisognose di apparire pi dello scintillante involucro stesso.

Gli abiti e gli accessori esposti appartengono alla collezione museale
Lapadula Lerario.

La mostra "Siamo Donne" nata da un'idea dello storico del costume Luciano Lapadula e del suo collega e stilista Vito Antonio Lerario. Attraverso una conferenza di apertura prima, e il percorso museale poi, saranno messe in luce in una sorta di moderna epifania i volti e gli animi delle grandi icone del cinema internazionale, dalla sua nascita ad oggi. Il "fil rouge" di questo viaggio l'abito per antonomasia, quel vestito unico nel proprio genere e realizzato di volta in volta nel tempo dai pi grandi stilisti e sarti di fama mondiale.

Una mostra questa che vuole mettere in luce le mille sfaccettature del delicato universo femminile, delineando i processi attraverso i quali l'abito della Star possa divenire iconograficamente rilevante al punto da trasmutarsi in un fenomeno di moda. E' anche tuttavia pi sottile il fine dell'esposizione, oltre a poter ammirare le creazioni di grandi stilisti, vuole essere ricordato tutto ci che l'abito della Diva ha ostentato o mimetizzato: animo, gioie, dolori, vite di donne comuni prima che di stelle del cinema

25/02/2015, 11:59