Festival Internazionale della Cinematografia Sociale \
!X

SEEYOUSOUND 1 - "The Beautiful Loser", Gigi Restagno e Torino


Un biopic dedicato alla rockstar della Torino musicale degli anni '80.


SEEYOUSOUND 1 -
Un biopic molto ispirato, ma anche riservato (quasi) esclusivamente a chi ha conosciuto pi o meno direttamente il suo protagonista e il contesto in cui agiva: il meraviglioso 'perdente' del doc di Diego Amodio Gigi Restagno, rockstar della Torino musicale degli anni '80, talentuoso e carismatico personaggio che stato il motore di una citt ancora lontanissima dalla colorata e vitale capitale culturale che ha saputo diventare intorno al 2000.

"The Beautiful Loser" un omaggio a Restagno e alla sua epoca, ai suoi compagni di musica nei Blind Alley e negli altri gruppi, a coloro che ha saputo ispirare (gli Statuto, tra gli altri, ma anche Max Casacci, Mao e non solo) e con cui ha collaborato. Ma anche un ricordo sentito - con interessanti immagini di repertorio - a un periodo difficile per Torino, ai primi locali (il Tuxedo e lo Spazio Due) che faticosamente cercavano di diventare punti di riferimento e di sfogo per una giovent che non voleva pi sottostare al grigiore circostante.

Chi vive a Torino oggi, o la conosce solo dal nuovo millennio non pu immaginare quanta strada si sia fatta in pochi anni, e gran parte della spinta iniziale a questo percorso stata data proprio da Restagno, col suo stile e il suo talento unici, sempre sul punto di 'svoltare' senza riuscirci mai completamente anche a causa di una depressione che, a conti fatti, lo ha portato via a soli 39 anni.

Pu interessare questo documentario a chi non conosce(va) Restagno o non ha vissuto quegli anni torinesi? Forse poco, ma baster un minimo di amore per la musica e di consapevolezza delle difficolt di un'epoca poi non cos lontana per lasciarsi conquistare dal racconto.

16/05/2015, 09:00

Carlo Griseri