FilmdiPeso - Short Film Festival

[email protected] 2015 - "Luoghi Comuni", tra Roma e l'Egitto


Angelo Loy racconta la storia dell'egiziana Mona, da 18 anni in Italia ma da sempre desiderosa di tornare nel suo paese.


ViaEmili@DocFest 2015 -
Quanto il luogo dove si vive definisce una persona? Discorso complesso, ma in qualche modo - anche non cercandola - "Luoghi comuni" di Angelo Loy prova a dare una risposta, raccontando la storia dell'egiziana Mona, da 18 anni in Italia ma da sempre desiderosa di tornare nel suo paese, dal fratello con cui cresciuta.

Ma nel frattempo Mona ha avuto due figli, che sono nati e cresciuti in Italia e pur amando il loro paese d'origine non lascerebbero mai quello natale. E poi c' Ahmed, che di Mona il marito, e che non ha mai particolarmente amato il paese in cui vive (ma detesta quello da cui proviene...).

A complicare il tutto, o a semplificarlo (tali e tanti i punti di vista in questa storia - anche se il focus rimane sempre su Mona...), c' la situazione abitativa della famiglia in Italia: una casa da difendere, la lotta per avere un tetto che nella capitale pi forte che in ogni altra citt del paese, la cooperazione tra "occupanti" ma anche le difficolt di una situazione (alla lunga) insostenibile. E nei ricordi la sabbia dell'Egitto, e il calore della famiglia d'origine.

Luoghi Comuni parla di molte cose, pur osservando "semplicemente" la vita di una donna e di chi le vive accanto. Sentimenti e sogni, difficolt e rimpianti, tra un avviso di sfratto e un ricordo, tra una lotta comune e una canzone in gruppo.

03/11/2015, 11:00

Carlo Griseri