I Viaggi Di Roby

Sei documentari d'autore ad Astra Doc Modena


Dal 16 febbraio al 26 aprile, per sei martedì, il cinema Astra di Modena ospita una rassegna dei migliori documentari italiani con musica live e aperitivo con i registi.


Sei documentari d'autore ad Astra Doc Modena
Una scena di "Sponde. Nel Sicuro Sole del Nord"
Un viaggio onirico nell’Italia “bella e perduta” di oggi, storie di umanità senza confini, racconti di opere immense e immortali come il Duomo di Milano e riflessioni su storia, Resistenza e “resistenze” quotidiane. Al cinema Astra di Modena (via Rismondo 21) arriva "Astradoc – viaggio ai confini del reale": la rassegna di incontri, musica e cinema che prenderà il via il 16 febbraio e proseguirà per sei martedì fino al 26 aprile con un cartellone che raccoglie i migliori documentari italiani passati nei festival più importanti e che difficilmente si troveranno nelle sale tradizionali.

Si parte con l’acclamato “Bella e Perduta” di Pietro Marcello, seguito dalla storia di umanità e amicizia “Sponde” di Irene Dionisio, poi “La parte che resta” di Cristiano Regina che racconta il mondo del centro modenese Porta Aperta, “Smokings” di Michele Fornasero sulle vicende della ditta Yesmoke e delle sue battaglie contro le multinazionali del tabacco, i registi Massimo D’Anolfi e Martina Parenti aprono le porte del Duomo di Milano e raccontano i segreti della sua immortalità ne “L’infinita fabbrica del Duomo” e infine Federico Spinetti in “Il nemico. Un breviario partigiano” ci offre una riflessione sulla Resistenza attraverso gli occhi e la storia famigliare di Massimo Zamboni dei CSI.

Per restituire al cinema il suo ruolo di luogo di discussione e socialità, la proiezione in sala sarà preceduta alle 19 da un aperitivo con i registi che presenteranno al pubblico le loro opere, seguiti alle 20 da musica live e dj set con una selezione dei migliori artisti della provincia: Setti, Salotto Buono, Smash, Machweo, Oscar di Mondogemello e Muretto Rovers.

I film sono stati selezionati da Fabrizio Grosoli, direttore artistico del Modena ViaEmiliaDocFest; Vittorio Iervese, Dipartimento di Studi linguistici e culturali dell’Università degli Studi di Modena e Reggio Emilia; Cristiano Regina di Voice Off, in collaborazione con l’ufficio cultura di Arci Modena.

La rassegna è organizzata da Arci Modena, Ucca, Voice Off, Cinema Astra, Modena ViaEmiliaDocFest, con il patrocinio del Comune di Modena e dell’Università degli Studi di Modena e Reggio Emilia e in collaborazione con Ora – craft beer from Italy, Cantine Riunite&Civ e Righi.

Si può seguire il programma su Facebook alla pagina Astradoc Modena o sul sito www.arcimodena.org.

10/02/2016, 16:07