Festival Internazionale della Cinematografia Sociale \
!Xš‚‰

"Fiori di Fuoco" al CSC di Palermo


Sarà il documentario di Riccardo Cannella, "Fiori di Fuoco", a inaugurare a Palermo, lunedì 22 febbraio 2016 alle 21.00, nella Sala Bianca della sede Sicilia del Centro Sperimentale di Cinematografia, la serie di proiezioni che la “Scuola di alta formazione per autori e produttori per il cinema documentario”, sostenuta dalla Regione Siciliana e dal Comune di Palermo, dedica ai suoi giovani registi.

Fino al prossimo luglio, con uno o due appuntamenti al mese, i neo-registi presenteranno al pubblico i loro saggi di diploma, vere e proprie opere prime. Ad aprire la rassegna, il più giovane, Riccardo Cannella che con il film "Fiori di Fuoco" racconta “Borgo vecchio”, il rione popolare nel cuore della città di Palermo, ripreso sia nel fluire lento della quotidianità che nei ritmi concitati della festa della Patrona, Sant’Anna. “Una composizione musicale e ritmica - afferma il regista - realizzata tramite l’alternanza di tableaux vivants e con un approccio bruegeliano che vuole cogliere il respiro del quartiere, il fluire naturale della vita della borgata ma che vuole segnalare anche la difficoltà per l’osservatore frettoloso di entrare dentro una realtà distonica e la sua armonia nascosta”.

"Fiori di Fuoco" ha già ricevuto importanti riconoscimenti come l’Awards of Merit per il miglior documentario d'esordio, miglior suono e miglior montaggio al World Documentary Awards di Jakarta ed è stato selezionato dallo Hollywood International Independent Film Festival e da RomaCinemaDoc.

Il documentario è stato realizzato e prodotto da Centro Sperimentale Cinematografia Production, su incarico della Sede Sicilia, grazie al contributo della Regione Siciliana, Assessorato al Turismo, Sport e Spettacolo, Ufficio Speciale per il Cinema e l’Audiovisivo - Sicilia Film Commission, nell’ambito del Programma “Sensi Contemporanei Cinema e Audiovisivo” gestito insieme all’Agenzia per la Coesione Territoriale della Presidenza del Consiglio dei Ministri e alla Direzione Cinema del MIBACT.

21/02/2016, 10:26