Meno di 30
I Viaggi di Robi

BFM34 - "Moriom", donna senza filtri o pudori


In concorso a Bergamo in Visti da Vicino il documentario breve di Francesca Scalisi e Mark Olexa


BFM34 -
Gli occhi di Moriom non hanno paura. Spesso fissi dentro l'obbiettivo scrutano, sfidano, o semplicemente cercano - forse - un contatto.

Diviso in due momenti, il documentario ha il sapore della messa in scena, della rappresentazione di s che una mente malata propone senza filtri o pudori.

Moriom al centro dell'inquadratura si lava, a lungo, e i suoni attorno a lei non sono d'ambiente ma nella sua testa; si alza in piedi e scorgiamo una catena che le lega il piede: chi , dove vive, cosa fa?

Moriom al centro dell'inquadratura parla dei suoi genitori che la trattengono, la maltrattano, chiede di essere liberata da loro; ma la sua versione. Subito ascoltiamo il padre e poi la madre "testimoniare" le loro difficolt, la loro sofferenza, la loro inadeguatezza nel gestire una figlia colta dalla follia; una follia che reazione a un abuso; abuso subito da sconosciuti.

Gli occhi di Moriom guardano ancora in camera, i suoni si fanno ancora rumori nella testa, l'immagine si sfoca.

08/03/2016, 11:30

Sara Galignano