Prato Citta Aperta - Concorso Cinematografico e Aufiovisivo
I viaggi di Roby

Note di regia di "Oltre il Confine - La Storia di Ettore Castiglioni"


Note di regia di "Oltre il Confine - La Storia di Ettore Castiglioni"
La figura di Ettore Castiglioni alpinista è ampiamente conosciuta e celebrata in Italia. Molto meno la vicenda umana. Fonte principale sulla sua vita sono i suoi “Diari”, depositati presso l’archivio di Arezzo da Saverio Tutino, scomparso nel 2011, e ora fisicamente nelle mani di Alessandro Tutino, nipote di Castiglioni, e da noi incontrato per una lunga intervista. Leggendo i diari abbiamo scoperto una personalità complessa, dominata da un malessere interiore e continuamente alla ricerca di se stesso. Crediamo che la modernità e il fascino della figura di Castiglioni risiedano in un fondamentale dualismo. Da un lato, un uomo colto e dall’animo nobile, dotato di una forte volontà, e dall’altra, un sognatore, chiuso in se stesso e incapace di aprirsi agli altri. Fu l’esperienza della guerra a imporgli un cambiamento. Ed è un uomo nuovo quando dopo l’8 settembre porta in salvo profughi ed ebrei sul confine svizzero. Ci ha colpito questa evoluzione del personaggio: da un antifascismo solo teorico alla consapevolezza di dover agire e adoperarsi per gli altri rischiando la propria vita. Proprio come accade a ogni uno di noi di fronte alle grandi sfide; scopriamo chi siamo davvero solo superando quei confini fisici e psicologici che credevamo invalicabili. Abbiamo scelto Marco Albino Ferrari come protagonista dell’indagine sul mistero della morte di Castiglioni in quanto curatore dell’edizione critica del Diario “ Il giorno delle Mésules” riedizione Hoepli, Milano 2017, e profondo conoscitore del mondo della montagna. Uno degli obiettivi che ci siamo posti è stato quello di andare al di là del ritratto agiografico in cui la “letteratura di montagna” ha relegato Castiglioni. Abbiamo voluto raccontare le sue debolezze, e restando fedeli ai documenti abbiamo indagato le possibili ragioni che lo spinsero a sconfinare in Svizzera e ad affrontare il viaggio verso l’Italia in condizioni estreme. Per noi la sua impresa assume il valore di un sacrificio ed esprime il desiderio di una libertà assoluta.

Andrea Azzetti e Federico Massa

Video del giorno