I Viaggi Di Roby

SARO - In viaggio verso i David di Donatello
(proiezioni a Berlino, Londra, Roma)


SARO - In viaggio verso i David di Donatello (proiezioni a Berlino, Londra, Roma)
Continua il percorso di Enrico Maria Artale, regista dell’apprezzato esordio “Il terzo tempo”, e il suo Saro (Italia, 2016, 67’), in corsa per aggiudicarsi il premio come Miglior Documentario ai David di Donatello 2018.

SARO è un viaggio alla ricerca di un padre mai conosciuto. Un percorso a tappe attraverso la Sicilia tra conversazioni e paesaggi dell'anima, fino ad un incontro atteso, sfuggito, rifiutato, e desiderato per venticinque anni. Un road movie interiore, intimo e universale che si è già aggiudicato numerosi premi e riconoscimenti, come il miglior documentario italiano al 34. Torino Film Festival, una menzione speciale al SalinaDocFest ed è stato inserito nella rosa dei finalisti per il Nastro D’Argento. Saro è uscito in sala a Roma, distribuito in modo indipendente, registrando ripetutamente il tutto esaurito e raccogliendo reazioni calorose, mentre ora si prepara ad una mini tournée di proiezioni: a Berlino il 21 febbraio, dove è stato presentato a Il Kino Berlin, il 3 marzo a Roma al Cinema Quattro Fontane in una speciale giornata di proiezione organizzata da Young Films, la società che ha coprodotto il film, in cui precederà Cuori Puri di Roberto De Paolis, nominato al David di Donatello come Miglior Regista Esordiente e, infine, a Londra il 7 marzo, dove verrà proiettato nella prestigiosa sede dell’ICA, Institute of Contemporary Arts.

Quando ormai nove anni fa ho acceso la mia telecamera - commenta il regista Enrico Maria Artale - per filmare un messaggio di mio padre, Saro, registrato nella segreteria, non pensavo certo di aver dato il via ad un percorso che mi avrebbe in qualche modo cambiato la vita e la carriera. Avevo venticinque anni e da poco frequentavo il Centro Sperimentale di Cinamatografia, che si rivelò tanto impegnativo da impedirmi di tornare su quel materiale con la giusta serenità e distanza. Così, quel diario filmato è rimasto nascosto in un cassetto per diversi anni, prima che mi decidessi a rivederlo, a compiere una faticosa selezione, a sottoporlo all’attenzione di amici e colleghi, a decidere di espormi tentando di trasformarlo in un film. Se la sua gestazione è stata lunga, lo è fortunatamente anche la sua vita nel circuito cinematografico. Sono felice della nomination ai David, un’occasione per condividere nuovamente lo spirito che mi ha guidato in questa avventura appassionata, libera, e coraggiosa.

Date mini tournée:
BERLINO, Il Kino Berlin - Mercoledì 21 Febbraio, ore 19.00
ROMA, Cinema Quattro Fontane - Sabato 3 Marzo, ore 10.00
LONDRA, Institute of Contemporary Arts - Mercoledì 7 Marzo, ore 20.45

22/02/2018, 10:22