Napoli Film Festival
I Viaggi di Robi

VENEZIA 75 - "Friedkin Uncut" il ritratto del regista del male


"L'Esorcista" e "Il Braccio violento della legge" i suoi titoli cult. Un documentario su un autore che odia essere definito artista diretto da Francesco Zippel


VENEZIA 75 -
William Friedkin nel doc "Friedkin Uncut" di Francesco Zippel
Maestro di qua, maestro di l la qualifica si spreca quando si parla di registi. Chi lo merita invece William Friedkin, raccontato da Francesco Zippel, regista votato alla documentario biografico che riesce ad esaltare il valore di un grande senza scivolare mai nellagiografia.

Friedkin, il suo cinema e non solo. Con lui a raccontarsi in prima persona, tanti colleghi che non nascondono ammirazione e qualche volta simpatica invidia per i suoi successi, e molti attori che grazie ai suoi film hanno trovato la strada della notoriet.

"French Connection" (Il Braccio Violento della Legge), linizio del racconto cinematografico, anche se la biografia parte dai lavori in tv e dal documentario su un condannato a morte che gli valse grande popolarit grazie alla sospensione della pena proprio a seguito del suo film.
Ma il film che vale 5 Oscar nel 1972, girato per le strade di New York, con Gene Hackman a dargli il successo meritato. Con French Connection e LEsorcista apre la strada al cinema degli anni 70, rinnova i generi creando il punto fermo dellhorror e il prototipo dellinseguimento in auto.

Il documentario di Zippel non si limita a raccontare Friedkin ma, grazie alle interviste (Coppola, Tarantino, Walter Hill, McCanaughey, solo per citarne alcuni) riesce a fare una panoramica ampia e qualificata sul cinema in generale, catturando gli appassionati con gli spazi, gli argomenti e il ritmo.

31/08/2018, 17:00

Stefano Amadio