Napoli Film Festival
I Viaggi di Robi

Note di regia di "L'Amica Geniale"


Note di regia di
Una scena di "L'Amica Geniale"
Ho cercato di prediligere il racconto assecondandone svolte e movimenti dei personaggi. Una trasposizione che tenta di riconsegnare agli spettatori le grandi scene del romanzo di Elena Ferrante da cui la serie tratta. La recitazione, sempre in bilico, alla ricerca di una densit e di una pienezza ogni volta animata dalle correnti contrarie e contradditorie che animano i suoi personaggi. La voce del racconto la stesura di un libro. Una prima persona che accompagna lo spettatore dentro i pensieri pi inconfessabili della protagonista. Una voce che ha la funzione anche di legare insieme il tempo del racconto con la stessa anarchica e sentimentale libert delle pagine di un diario. Gli otto episodi vogliono essere parte di un unico racconto eppure la divisione tematica li differenzia per forma filmica e struttura narrativa, ispirandosi ogni volta ai mutamenti del corpo e agli stati d'animo delle protagoniste. Limmagine, la messa in scena, i colori della serie evolvono cos e si modificano con lavanzare della Storia.

Saverio Costanzo