Festival del Cinema Cittŕ di Spello
I Viaggi Di Roby

GIORNATE DEGLI AUTORI XV - il nuovo film
di Valerio Mieli ed "One Ocean"


GIORNATE DEGLI AUTORI XV - il nuovo film di Valerio Mieli ed
Una scena di "Ricordi?"
Le Giornate degli Autori presentano uno dei film italiani piů interessanti di questa stagione. Un ritorno molto atteso al Lido, sebbene si tratti “solo” di un’opera seconda. Valerio Mieli č l’autore di "Ricordi?" interpretato da Luca Marinelli e da un’autentica rivelazione come Linda Caridi.
Prodotto da Bibi Film e Le film d’ici con Rai Cinema, "Ricordi?" č l’unico film italiano in concorso alle Giornate degli Autori. Sarŕ presentato alle 17.00 in sala Perla e seguito da un incontro col regista e il cast.
Nove anni fa Mieli, diplomato al Centro Sperimentale di Cinematografia, debuttava alla regia con Dieci inverni, una sorpresa che, silenziosamente, aveva conquistato la Mostra. La laguna era protagonista insieme al tempo che passava e ai due giovani amanti che si rincorrevano a fisarmonica sul filo degli anni. Nel 2018, il regista sembra raccontarci un’evoluzione di quella stessa storia d’amore, come uno zoom su alcuni aspetti della relazione e dei sentimenti che la tengono insieme (o no). Questa volta la location č un luogo indefinito che cambia seguendo i diversi punti di vista dei protagonisti: dalla spiaggia alla campagna assolata, il vapore delle terme, gli interni pieni di cellophane che offuscano gli oggetti e alterano la percezione della loro presenza. Svanisce l’ordine cronologico per una storia semplice ma non lineare, scandita da segmenti temporali con cui lei e lui si raccontano e ricordano.

"Nell’opera seconda di Valerio Mieli" – dice Giorgio Gosetti, direttore delle Giornate – "ci sono le conferme della nuova bella stagione del cinema italiano. Nello sguardo di questo autore ci sono echi del miglior cinema sulla memoria, da Alain Resnais a Michel Gondry. Il montaggio prende la forma di una voce fuori campo e ci guida alla scoperta delle emozioni, di volta in volta osservate secondo il punto di vista dei diversi protagonisti. I suoi attori sono bravissimi e il risultato č un film che accogliamo con le migliori aspettative per il suo prossimo futuro".

Un autentico evento occupa domani la Villa e porta a Venezia non solo l’arte della fotografia e del cinema ma un vero progetto multimediale a difesa della natura e di un pianeta minacciato: Anne de Carbuccia ci accompagna in un viaggio tra memoria e coscienza. Sull’oceano. "One Ocean" č un documentario breve dal grande impatto visivo. L’uomo ha riempito il mare di plastica trasformandolo in un luogo di morte; bisogna rimediare in fretta. Ce lo suggerisce una clessidra, icona classica e nostalgica del tempo che passa, oggetto-metafora usato dalla regista insieme ad un teschio “simbolo millenario mistico – dice l’autrice - che ricorda a noi mortali di dover fare una scelta nella vita” .
"One Ocean" sarŕ presentato nella cornice delle Notti Veneziane, alle 21.30 alla Villa degli Autori. Nello stesso giardino č possibile vedere l’istallazione di foto su tela che arrivano dal set del film.c

03/09/2018, 14:20