!Xš‚‰

CIELI ROSSI, BASSANO IN GUERRA - Vola a Cardiff


CIELI ROSSI, BASSANO IN GUERRA - Vola a Cardiff
Manuel Zarpellon e Giorgia Lorenzato
5 dicembre 2018: "Cieli Rossi, Bassano in Guerra" approda a Cardiff per un evento organizzato da Conflict, Reconstruction, and Memory (CRAM) research group, in collaborazione con l’Italian Cultural Centre Wales (ICCW). Il film documentario scritto e diretto da Giorgia Lorenzato e Manuel Zarpellon e prodotto da Sole e Luna Production (Moovioole Srl Distribuzione) oltrepassa, quindi, la Manica per raccontare uno spaccato di storia che ha segnato indelebilmente uomini e territorio. Al centro del documentario, infatti, il racconto del vissuto di quell’Armata del Grappa, le cui gesta e sofferenze, sono state spesso dimenticate nella narrazione dei quattro anni del conflitto.

Fondamentali per lo studio delle vicende sono le pagine dei diari d’epoca, la selezione di materiale fotografico esclusivo e le suggestive immagini video realizzate sul fronte. Indispensabile la consulenza militare del Colonnello Gianni Bellò, la consulenza storica del professor Marco Mondini, voce recitante e volto narrante all’interno dello stesso documentario, e
le preziose informazioni sulla logistica del professor Gianni Idrio.

Un lavoro profondo ed accurato, frutto di due anni di ricerche e di studi, che offre una visione inedita sui quattro anni del Primo Conflitto Mondiale, anni che hanno cambiato per sempre il mondo intero. Un massacro raccapricciante di uomini e, caso particolarissimo nella storia, un conflitto che ha tramutato e stravolto radicalmente lo stesso territorio.

"Cieli Rossi, Bassano in Guerra" narra la storia di quegli uomini che hanno votato la propria vita all’amor patrio, inteso come l’amore per la terra dei padri. Uomini stremati, reduci da Caporetto, impegnati a salvare la Patria ma condannati alla tremenda responsabilità di salvare le proprie case, sotto minaccia del nemico a pochi chilometri dal fronte. Il loro sacrificio ha salvato la Pianura Padana e l’Italia intera ma non solo. Bassano Veneto, da tranquilla cittadina di confine si trova ad essere per lunghissimi ed interminabili giorni sotto il tiro costante dell’artiglieria nemica e dei bombardamenti aerei: una cittadina ferita nel profondo, un simbolo delle sofferenze e degli orrori che dovette subire ed accettare inerme la popolazione italiana.

04/12/2018, 13:46