I Viaggi Di Roby

gLOCAL FILM FEST 18 - Il 9 marzo Focus sulle produzioni COORPI


gLOCAL FILM FEST 18 - Il 9 marzo Focus sulle produzioni COORPI
"Ban" di T. Sala, G. Beddoes, M. Parisotto ed I. Vergani Bassi
Si rinnova la collaborazione tra Piemonte Movie e COORPI, L'appuntamento č il 9 marzo 2019 alle ore 18 presso il Cinema Massimo di Torino, nell'ambito della nuova edizione del gLocal Film Festival.
COORPI presenta, in anteprima assoluta, le due nuove produzioni realizzate grazie al sostegno del MiBAC e di SIAE, nell’ambito dell’iniziativa “Sillumina – Copia privata per i giovani, per la cultura”.

Entrambi i film sono stati interamente girati a Torino di cui si riconoscono luoghi conosciuti e spazi inusuali.

“BEN” č il risultato del progetto di residenza “Film in 4D - Vedere la musica, danzare le immagini”.
Nato da un’idea originale della curatrice, Rosa Canosa FILM IN 4D si č sviluppato come un percorso di ricerca artistica collettiva (nell'ambito del progetto Residenze Coreografiche Lavanderia a Vapore - Fondazione Piemonte dal Vivo) con l’obiettivo di sperimentare un modo nuovo di intendere il ritmo con un linguaggio ibrido e innovativo.

I 4 giovani registi italiani selezionati tramite bando (Teresa Sala, Ilaria Vergani Bassi, Mattia Parisotto, Gabriel Beddoes) sono stati invitati a prendere le mosse, per il loro lavoro di ricerca, dal ritmo dato dalle immagini in movimento del film di Dziga Vertov “L’uomo con la macchina da presa” (1929), noto per essere una potente opera di metacinema che esplora le potenzialitŕ del linguaggio cinematografico e del ritmo dato dal montaggio. A guidare il gruppo la tutor internazionale Helena Jonsdottir, coreografa e regista islandese.

Sullo schermo due volti noti della danza torinese: Aldo Rendina e Doriana Crema.

BEN , come raccontano gli stessi registi, č il tentativo di redigere un manifesto cittadino dei nostri giorni, non urlato al pubblico, ma fondato su un sottile dialogo con la piů intima parte dello spettatore, che possa motivare e incoraggiare un cambiamento, una rivoluzione dell’attenzione verso il soggetto tramite un percorso logico ed emotivo. Il tutto mantenendo un approccio di sperimentazione, in cui il risultato viene proposto in 2 differenti versioni: muta e con una elaborazione sonora immersiva.

Giovanissima e torinese č la crew del secondo cortometraggio presentato, VA!
Dopo Urban Orkestra, COORPI produce un’opera che vede nuovamente insieme Vittorio Campanella ed Emanuele Piras rispettivamente regista e danzatore (Balletto Teatro di Torino). Insieme a loro il Collettivo di videomaker Ratavöloira: Daniele Condemi, Luca Pescaglini e Riccardo Maione.

VA! nasce dall’esigenza di raccontare il concetto ampio di migrazione. Realizzato a Barriera di Milano il corto č un viaggio nel quale l’arte si muove in parallelo al quotidiano, apparentemente inutile, eppure cosě irrimediabilmente necessaria. Il video prende il via parte dal mercato rionale di Piazza Foroni. E’ l’ora in cui si stanno smontando gli ultimi banchi. Un ragazzo sale sul carretto di un operatore e comincia a danzare.
Il tragitto che il carretto percorre, dal mercato al suo deposito, e la sicurezza con cui l’uomo lo traina, rendono il performer una sorta di fantasma, una componente pleonastica rispetto alla realtŕ, una visione quasi irreale.

VA! č il risultato di un dialogo straordinariamente produttivo tra la regia e tutto il team produttivo: la luce, il suono, le immagini e il movimento si parlano, in continuo, ed č questa connessione a rendere il video un vero e proprio viaggio.

25/02/2019, 15:22