I Viaggi Di Roby

TAORMINA FILM FEST 65 - Terza giornata dedicata ai Produttori


La serata di domani 2 luglio, al Teatro Antico, vedrà salire sul palco Fulvio Lucisano e Phillip Noyce che ritireranno il Taormina Arte Award


TAORMINA FILM FEST 65 - Terza giornata dedicata ai Produttori
Fulvio Lucisano
Terza giornata di proiezioni e incontri del Taormina Film Fest, domani, martedì 2 luglio: sarà la giornata di Philip Noyce, produttore del film Show Me What You Got, della regista Svetlana Cvetko. Nel cast: Cristina Rambaldi, Mattia Minasi, Neyssan Falahi e con Anne Brochet, Pietro Genuardi e Giusy Frallonardo.

La proiezione è prevista per le ore 18.00 in Sala A.

Alle ore 12.00, invece, si terrà la proiezione del film Tolkien del regista finlandese Dome Karukoski. Nel cast: Lily Collins, Nicholas Hoult, Genevieve O'Reilly, Colm Meaney, Tom Glynn-Carney.

La terza giornata di appuntamenti prevede, inoltre, la proiezione del docufilm Haiti, che sarà presentato da Martina Colombari. Un vero e proprio percorso emozionale di una missione dove la Fondazione Francesca Rava è in prima linea con importanti progetti di aiuto concreto a migliaia di bambini.

Nella pellicola, la commovente testimonianza di Paola Corno, volontaria della Fondazione Francesca Rava, che racconta come abbia visto crescere i suoi 5 bambini adottati a distanza nella Casa NPH in Haiti. Grazie alle adozioni a distanza della Fondazione Francesca Rava, è possibile garantire a migliaia di bambini amore, cibo, vestiti, cure mediche e un’istruzione adeguata.

La serata nella splendida cornice del Teatro Antico, invece, vedrà salire sul palco il produttore Fulvio Lucisano e il regista Phillip Noyce (Ore 10: calma piatta; Sliver) che ritireranno il Taormina Arte Award. A seguire la proiezione dell’attesissimo film di Mimmo Calopresti Aspromonte, che vanta un cast d’eccezione: Marcello Fonte, Valeria Bruni Tedeschi, Sergio Rubini, Francesco Colella e Marco Leonardi. Il film è ambientato ad Africo, paesino arroccato nella valle dell'Aspromonte calabrese, alla fine degli anni Cinquanta e racconta di una donna che muore di parto perché il dottore non riesce ad arrivare in tempo e perché non esiste una strada di collegamento. Gli uomini, esasperati dallo stato di abbandono, vanno a protestare dal sindaco, che gli promette la costruzione di una strada.

01/07/2019, 16:32