Festival del Cinema Città di Spello
I Viaggi Di Roby

Note di regia di "Obsessio"


Note di regia di
Obsessio é un film che pone una riflessione forte su una vicenda che racconta lo stato di violenza psicofisica subito da una donna. Un tipo di violenza subdola che sul lavoro o nelle relazioni interpersonali annulla un individuo, rendendolo incerto delle proprie capacità e insidia nella mente una forte tendenza a dubitare di sé. Un concetto espresso meglio come mobbing lavorativo, che viene applicato a piccole dosi quotidianamente, ed ha una forte rilevanza psicologica per chi lo subisce influenzandone la serenità psicofisica. Nel film una riflessione che ispeziona la mentalità dell'IO moderno, la determinazione che predispone un individuo ad arrivare al peggio pur di ottenere ciò che vuole ad ogni costo. La filosofia del business di successo che annulla l'empatia umana e pone il denaro come l'unica soluzione per ottenere qualsiasi cosa. L' ossessione di uno stile di vita dedito ad un insaziabile stato di avidità che schiavizza la mente e ci pone come unico Dio di noi stessi. Tutto sotto il simbolo della libertà illusoria suggerita da una tecnologia che ci fa credere di poter controllare ogni cosa e ci inganna di trovare soddisfazione nel più totale materialismo dei nostri tempi.

Giovanni Marzagalli