I Viaggi di Robi

PIU' DE LA VITA - Il documentario in tour per i festival mondiali


PIU' DE LA VITA - Il documentario in tour per i festival mondiali
Dopo i due successi allOnArt Festival in Polonia (luglio) e i due premi (Miglior documentario e Miglior Montaggio) al Festival Internacional de Cinema da Figueira da Foz, in Portogallo, "Pi de la Vita" prosegue il suo viaggio internazionale, oltre che nazionale, con due importanti partecipazioni a festival: il primo, dal 27 al 30 settembre, a Buenos Aires al prestigioso ArteNonStop Film Festival. Il secondo nuovamente in Italia al Sole Luna Sguardi Doc di Treviso, dal 3 al 6 Ottobre. A partire dal 7 ottobre il film sar in tour in tutta Italia. Mentre numerose sono le risposte anche da altri festival internazionali. Fra questi ricordiamo il Festival de Cinema de Alter do Chao (21- 27 ottobre) a Rio De Janeiro in Brasile; e The International Moving Film Festival ad Abadan (8- 15 novembre) in Khouzestan (Iran).

Gi ora, "Pi de la Vita", il film di Raffaella Rivi dedicato a Michele Sambin fra i dieci documentari pi premiati in Italia del momento.

Documentario e film si incontrano nella narrazione della vita e del pensiero di un grande artista contemporaneo, Michele Sambin: viaggiatore e precursore dei linguaggi della contemporaneit dalle mille sfaccettature, Sambin ha esplorato le arti visive nelle sue varie forme, si immerso nella musica, ha attraversato il teatro, ha sostanzialmente disegnato il volto della videoarte nei suoi esordi per pi aspetti pionieristici. La regista Raffaella Rivi ha scelto il linguaggio del cinema per raccontare luomo e lartista in un lavoro che a sua volta unopera darte sullopera darte. Disegnato con tratto che molto deve ad una sensibilit creativa tipicamente femminile.

Una costante evoluzione attraverso la tecnologia, in quattro decenni di percorso artistico, dal video analogico alla pittura digitale, dal mondo degli strumenti tradizionali alla rivoluzione della musica elettronica. Mescolando passato e presente, tra opere ormai classiche e nuove performance, il film si propone di portare allo spettatore uno sguardo diretto sul lavoro dellartista, puntando il focus sulla mutevole arte che attraversa tempo e spazio, adattandosi a essi, ma anche adattandoli alle proprie esigenze.

25/09/2019, 13:50