Seeyousound - International Music Film Festival
I Viaggi Di Roby

ZELIA ZBOGAR - "Io, tra i Berlinale Talents 2020"


La giovane sceneggiatrice e distributrice italiana partirà da Torino il prossimo febbraio


ZELIA ZBOGAR -
Zelia Zbogar
Tra i pochissimi italiani scelti nella selezione internazionale di Berlinale Talents 2020, l'unica donna è Zelia Zbogar, nel team della torinese EIE Film, sceneggiatrice (è al lavoro sul lungometraggio "Umberto B." di Francesco Amato, dopo aver scritto con lui la versione documentario), distributrice indipendente, story editor di podcast (attualmente collabora con Emons), e molto altro ancora.

"Non me lo aspettavo, davvero, e invece ci sono anche io!", ci confida. "In 3400 da tutto il mondo abbiamo mandato la richiesta, hanno scelto solo 255 persone e solo cinque dall'Italia. Tra loro conosco Beniamino Barrese per il suo ultimo film, ma presto ci incontreremo e sono molto contenta. Mi sono candidata come distributrice, ma figuro anche come sceneggiatrice quindi avrò modo di operare su entrambi i campi, scegliendo il percorso da fare insieme al tutor che mi assegneranno".

La Berlinale 2020 inizia il 20 febbraio. "Solo alla fine di gennaio avremo il calendario ufficiale, ma so già che per noi Talents ci sono in programma tantissimi workshop, molte occasioni da sfruttare: appena sarà online deciderò quali saranno le cose più interessanti per me da seguire. Potremo seguire incontri mirati ma anche i film del festival, se avremo tempo (dalle 18 in poi in teoria siamo "liberi"). Avremo panel con professionalità varie del mondo del cinema, proiezioni dedicate, workshop ed eventi del mercato a cui sarà utile presenziare".

Berlinale Talents è "un evento che si fonda sul networking e il tema di quest'anno è proprio Collective. Potrò farmi conoscere e conoscere più persone possibili: una cosa che mi interessa moltissimo è incontrare i tanti colleghi presenti, e studiare da vicino i progetti di film selezionati per lo sviluppo".

Cos'è il cinema per te? "Penso che ogni film che guardiamo ci modifica, anche se in piccola parte. Per questo, mi piacciono le storie legate alla nostra esperienza quotidiana, con un nucleo di verità, ma allo stesso tempo con qualcosa di magico che ci porta altrove".

17/01/2020, 14:04

Carlo Griseri