Sudestival 2020
I Viaggi Di Roby

Note di regia de "L'Amica Geniale - Storia del Nuovo Cognome"


Note di regia de
Se i primi due episodi di Storia del nuovo cognome sono fortemente in continuit con la fine della prima stagione, dal terzo capitolo le cose iniziano a cambiare. Lila ed Elena ci appaiono pi grandi, adulte. La macchina da presa, la messa in scena, tentan o di seguire questa loro crescita facendo respirare le inquadrature con un tempo pi posato e discontinuo insieme; qualcosa inizia a rompersi. Il ritmo accelera decisamente nel quarto e quinto capitolo, gli episodi della vacanza ad Ischia. La sensibilit poetica ed anarchica di Alice accompagna le ragazze nel loro tempo , e cos, al ritmo di un cha cha cha ballato sulla spiaggia, entriamo nel linguaggio ribelle degli anni 60, ispirato ai cineasti francesi della Nouvelle Vague. La divisione, la frattura fra Lila ed Elena dopo Ischia, la Rabbia del sesto capitolo. Il montaggio strappa inquadrature e musica, il tempo filmico sinasprisce mentre il punto di vista, fino ad ora di Elena, si confonde, come le valigie sul nastro di un aereo porto, passando da un t estimone arrabbiato allaltro. I fantasmi che danno il titolo al settimo capitolo sono i compagni della solitudine di Elena durante gli anni della Normale. Lila ormai un ricordo lontano, unimmagine sgranata come quella impressa nella pellicola 16mm che da forma al suo personale racconto, a quei diari segreti che Lila affida ad Elena in uno dei suoi rari ritorni a Napoli , facendosi promettere dallamica che non li legger mai, e che invece diventano per Elena il pungolo necessario per reagire e liberarsi dalla paura in cui precipitata. Lultimo capitolo il ritorno. Il linguaggio torna al suo inizio. Limmagine si allarga e riscopre lorizzonte che si era chiuso, Elena si laurea e diventa scrittrice. Il tempo delle inquadrature si dilata alla ricerca del respiro epico di chi tornando trova tutto uguale, eppure tutto diverso.

Saverio Costanzo