I Viaggi Di Roby

FILM FESTIVAL DELLA LESSINIA 2020 - Dal 21 al 30 agosto


FILM FESTIVAL DELLA LESSINIA 2020 - Dal 21 al 30 agosto
Il Film Festival della Lessinia si terrà dal vivo al Teatro Vittoria di Bosco Chiesanuova (Verona) dal 21 al 30 agosto. Il concorso cinematografico internazionale dedicato a vita, storia, tradizioni in montagna e giunto alla ventiseiesima edizione supera così lo stallo dell’emergenza Covid-19.

Nonostante i mesi di chiusura, i ritardi organizzativi e il drastico taglio di risorse, presenta un’edizione ricchissima. Lo dicono gli autori, i titoli, le provenienze, le anteprime del programma cinematografico: 62 film da 41 Paesi del mondo con 36 anteprime italiane di cui 3 anteprime assolute. Il Film Festival della Lessinia si conferma così, dopo la Mostra del Cinema di Venezia che aprirà i battenti due giorni dopo la chiusura a Bosco Chiesanuova, la seconda rassegna cinematografica del Veneto e uno degli eventi cinematografici sulle terre alte più rilevanti a livello mondiale.

Ma il Film Festival della Lessinia 2020 apre un’importante porta al futuro. Per la prima volta nella sua storia la manifestazione inaugura una sala virtuale on line che renderà possibile nei 10 giorni di manifestazione la visione dei film in streaming on demand su tutto il territorio italiano. Grazie alla collaborazione con Eventive, piattaforma statunitense già partner di prestigiose rassegne e distribuzioni cinematografiche mondiali, nei giorni di festival sarà possibile accedere alla visione delle opere cinematografiche per tutto il programma, ad eccezione della sezione FFDL+ per bambini e ragazzi.
Il Festival si inaugura il 21 agosto con l’anteprima italiana di Lunana: a yak in the classroom girato dal giovanissimo Pawo Choyning Dorji sugli alti pascoli del Bhutan con attori non professionisti: i bambini e le bambine di una delle più remote scuole elementari del mondo. La chiusura è un doveroso omaggio alla musica di Ennio Morricone che ha esaltato le montagne in molti film, come nel capolavoro Il grande silenzio di Sergio Corbucci che chiude il Festival sabato 30 agosto 2020 dopo la consegna dei premi.

Il Festival 2020 subisce inevitabilmente una riduzione del programma culturale, con la cancellazione degli eventi letterari, musicali, escursionistici ed enogastronomici e una inevitabile limitazione quanto agli ospiti. Ecco che, nell’impossibilità di affidare a una giuria internazionale l’assegnazione dei premi, per la prima volta la Lessinia d’Oro per il miglior lungometraggio e la Lessinia d’Argento per il miglior cortometraggio saranno assegnate dal pubblico attraverso il voto popolare, sia in sala che on line. Un modo per ripartire dalla “comunità” che renderà davvero speciale, e irripetibile, il concorso 2020 che ospita 28 opere, di cui 10 lungometraggi e 18 cortometraggi.

Dopo l’omaggio alla Madre terra del 2019, il Festival inaugura la nuova sezione FFDLgreen che ospiterà, in concorso per il premio speciale “Log to Green Movie Award”, una selezione di documentari dedicati al rapporto tra l’Uomo e il pianeta, con attenzione ai cambiamenti climatici e alle emergenze naturalistiche, a conferma della vocazione sostenibile del festival realizzato interamente “plastic free” e che aderisce al protocollo “Stop Climate Change” promosso dall’Unione Europea. Si conferma la sezione Montagne italiane dedicata alle montagne di casa nostra e la programmazione per bambini e adolescenti FFDL+ che conferma l’assegnazione del Premio dei Bambini. Tra i premi speciali anche quello assegnato dai detenuti della Giuria Microcosmo del Carcere di Verona che pur nelle limitazioni imposte dall’emergenza sanitaria grazie alla Direzione del Carcere potrà visionare tutti i film in concorso.

10/08/2020, 12:13