I Viaggi Di Roby

CORTO DORICO 17 - I finalisti


CORTO DORICO 17 - I finalisti
Svelati oggi i finalisti della XVII edizione di Corto Dorico. I corti selezionati, provenienti da più parti del mondo, sono stati videoannunciati poco fa sulla pagina Facebook del Festival dal co-direttore artistico Luca Caprara, dall’attrice Rebecca Liberati e dalla responsabile per Amnesty International Marche del progetto “A corto di diritti” Francesca Gironi.

Sono in tutto 21 i corti scelti per le tre sezioni principali: Corto Slam e Finalissima per il concorso nazionale e A corto diritti - Short on Rights in collaborazione con Amnesty International per il concorso internazionale.

Sono 6 i corti selezionati per la Finalissima: A disappearance di Laura Spini e Laurence Brook; Eggshell di Ryan William Harris; Finis Terrae di Tommaso Frangini; Inverno di Giulio Mastromauro (già David di Donatello come Miglior Corto); Pilgrims (Yolcular) di Ali Asgari e Farnoosh Samadi; Zheng di Giacomo Sebastiani.

Mentre sono 8 per il concorso Corto Slam (tra questi corti selezionati, il più votato dal pubblico durante la serata finale di Corto Dorico entrerà a far parte della sezione Finalissima): 500 Calories di Cristina Spina, Gas Station di Olga Torrico; J’ador di Simone Bozzelli; L’Ultimo Fascista di Giulia Magda Martinez; Les Aigles de Carthage di Adriano Valerio; Male Fadàu di Matteo Incollu; Quaranta Cavalli di Luca Ciriello; Stardust di Antonio Andrisani.

Per il Premio Amnesty International “A Corto di Diritti” / “Short on Rights”, dedicato ai cortometraggi internazionali che trattano temi legati ai diritti umani, sono 7: 22nd of April di Cesare Maglioni; Braids di Ismail Dairki; Marta di Benoit Verdier e Julien Verdier; Rebeldi Pierre-Philippe Chevigny; The Visit di Azadeh Moussavi; XY di Anna Karín Lárusdóttir; La Historia de Mateo - Mateo’s Story di Malona P. Bandelt.

Corto Dorico, diretto da Daniele Ciprì e Luca Caprara, si è caratterizzato negli anni per le sue “scoperte”. Sono stati, infatti, protagonisti dei concorsi del Festival: Simone Massi, Pippo Mezzapesa e Ivan Gergolet, Andrea Jublin, Paolo Zucca, Michele Alhaique, Antonio Piazza, Fabio Grassadonia, Laura Bispuri, Alessio Lauria, Enrico Maria Artale, Giovanni Aloi, Gabriele Mainetti, Adriano Valerio, negli anni recenti, Carlo Sironi, Alessandro Capitani, Ciro D’Emilio, Mario Piredda.

Nel corso degli anni Corto Dorico ha avuto come ospiti e giurati nomi come Gianni Amelio, Matteo Garrone, Ugo Gregoretti, Giuseppe Lanci, Marco Bechis, Maurizio Nichetti, Elio Germano, Matteo Rovere, Piera Detassis, Matilde Barbagallo, Stefania De Santis, Marco Spoletini, Filippo Gravino, Giacomo Ciarrapico, Matteo Cocco, Gianfranco Pannone, Cristiano Travaglioli, Pupi Avati, Claudio Giovannesi. Oltre ad aver ospitato con le loro opere prime autori come Bonifacio Angius, Ciro D’Emilio, Manuel Albertini, Damiano e Fabio D’Innocenzo, Beniamino Barrese.

CORTO DORICO rEsiste - L’annuncio dei finalisti è il primo appuntamento online di Corto Dorico rEsiste, termine in cui saranno raccolte le iniziative e le attività virtuali a partire da oggi, 5 dicembre, momento in cui sarebbe dovuta iniziare la XVII edizione, e che dureranno fino al 20 marzo 2021, giorno in cui, nel rispetto delle disposizioni governative per il contenimento del Covid-19, è stata riprogrammata la manifestazione.

Quattro mesi in cui sul sito e sulla pagina facebook di Corto Dorico gli appassionati di cinema di tutta Italia potranno assistere online a incontri, sfide tra cortometraggi, anteprime, aggiornamenti news, clip esclusive e molto altro che verrà comunicato nei prossimi giorni. Un percorso virtuale in cui gli spettatori saranno accompagnati fino alle nuove date del Festival (20-28 marzo 2021).

Prossimo appuntamento online è in programma per mercoledì 9 dicembre quando partirà il “best of dei corti”, ovvero un omaggio competitivo tra i vincitori delle ultime dieci edizioni di Corto Dorico. Un vero e proprio campionato a gironi in cui il pubblico attraverso la pagina facebook e il sito di Corto Dorico decreterà il “corto dei corti”. Il corto vincitore, oltre a portarsi a casa un Premio in denaro, sarà poi proiettato durante la prossima edizione del Festival alla presenza del suo autore.

Il Festival Corto Dorico si propone di raccontare l’universo italiano del cortometraggio ed i suoi autori, il loro passaggio al lungometraggio con il Concorso dedicato alle Opere Prime, favorisce l’interazione tra i professionisti e il pubblico tramite incontri, workshop e masterclass, sviluppa progetti audiovisivi legati all’inclusione e alle scuole, ha come missione la sfida di ricercare, promuovere e sostenere nuovi sguardi, poetiche, visioni. Dal cinema narrativo a quello sperimentale, dal documentario all’animazione, il cinema per Corto Dorico è cinema senza discriminazioni di genere o formato.

05/12/2020, 16:11