I Viaggi Di Roby

NDOTO YA SAMIRA - Il Sogno di Samira


Il documentario di Nino Tropiano è un racconto di formazione di una giovane donna africana padrona del proprio destino. Una produzione Fall Films e Framevox.


NDOTO YA SAMIRA - Il Sogno di Samira
Sette anni nella vita di Samira, ragazza originaria di Nungwi, un villaggio di pescatori nell'isola di Zanzibar, a largo della Tanzania, che insegue un sogno: studiare, frequentare l’università, avere un giorno un lavoro, essere indipendente come una normale donna moderna. Decisa a realizzare i suoi obiettivi Samira si sposta dal suo villaggio in città facendo grandi sacrifici, attraversando periodi di sconforto tra mille dubbi e lo spettro dei precetti tradizionali che la vogliono relegata soltanto al ruolo di moglie e madre.

Non è il caso di Samira nella quale il regista Nino Tropiano, inizialmente a Zanzibar per una semplice ricerca sull’istruzione femminile in Africa, vede da subito un grande potenziale facendone la protagonista del suo documentario. La segue, così, nel suo quotidiano tra le lezioni, gli incontri con le amiche, mentre studia o sostiene gli esami, raccogliendo ogni sfumatura della sua formazione, della sua condizione. Orfana di madre, sotto la potestà di un padre assente la ragazza non ha la libertà che vorrebbe come confessa in lacrime a un professore nel momento più emotivo del film. Nell’ora e mezza durante la quale assistiamo alla crescita di Samira è facile fare una riflessione profonda sul destino di molte ragazze come lei e non allo stesso modo caparbie, che si arrendono al primo ostacolo o sono costrette dai padri o dai mariti a occupare quello che da sempre viene fatto passare per il loro unico posto nella società: asservite agli uomini e a crescere figli senza un’istruzione adeguata. Ed è anche facile riflettere che per Samira, che sogna un lavoro da insegnante e anche una famiglia, sia tutto più complicato perché nata dalla parte “sbagliata” del mondo.

Un documentario coinvolgente attraverso il quale si partecipa emotivamente alle decisioni di Samira, alle sue problematiche: si teme, per esempio, che dopo la proposta di matrimonio del fidanzato possa abbandonare gli studi, si tifa per lei alla vigilia di un esame importante, si empatizza con lei quando fermamente realizza i suoi obiettivi e incoraggia anche le sue compagne a fare lo stesso perché spera che anche per loro ci possa essere un futuro migliore. La forza di "Ndoto ya Samira - Il sogno di Samira" sta proprio in questo racconto vero e senza filtri tutto al femminile diretto da un uomo che ha saputo rendere attraverso le immagini, tanti silenzi e le parole di Samira il percorso travagliato di queste donne e la forza di volontà che ci mettono per cambiare la loro vita lottando anche per le future generazioni.

20/02/2021, 08:57