I Viaggi Di Roby

ALPI FILM LAB 2021 - Tutti i selezionati


ALPI FILM LAB 2021 - Tutti i selezionati
Angela Conigliaro
Prende forma ALPI FILM LAB, iniziativa di formazione cinematografica transfrontaliera che mette in relazione Italia e Francia, promossa da Museo Nazionale del Cinema e Bonlieu Scène Nationale Annecy, e finanziata nell’ambito del programma Interreg Italia-Francia ALCOTRA 2014-2020 – Fondo Europeo di Sviluppo Regionale. Nata dalla collaborazione tra TorinoFilmLab, laboratorio per talenti del cinema internazionale, e Annecy Cinéma Italien, il più importante festival francese dedicato al cinema italiano, ALPI FILM LAB ha raccolto 70 adesioni attraverso la call indirizzata a produttori di entrambi i territori.

“Più che mai in questo momento l’industria cinematografica del territorio ha bisogno di proiettarsi verso il futuro e scenari globali, investendo sulla formazione di giovani professionisti in modo che possano accedere alle opportunità di lavoro e finanziamento presenti nelle collaborazioni transfrontaliere.” dichiara Mercedes Fernandez, managing director del TorinoFilmLab.

La fase di valutazione di tutti i progetti di film e dei profili candidati ha portato alla scelta di 8 progetti di lungometraggio (4 italiani e 4 francesi) sottoposti da produttori che sono già al lavoro con un regista e di altri 8 produttori (4 italiani e 4 francesi) che si sono presentati come singoli professionisti.

I selezionati affronteranno un percorso che li vedrà lavorare insieme per sperimentare un modello di coproduzione transfrontaliera, abbinando a ognuno degli 8 progetti uno dei produttori che si sono candidati individualmente e formando 8 team transregionali composti da produttore, co-produttore e autore italiani e francesi.

“Siamo felici di poter presentare questa prima selezione di Alpi Film Lab” commenta Francesco Giai Via, curatore di Alpi Film Lab “Il gruppo che abbiamo formato rappresenta uno spaccato estremamente variegato e vitale dei nuovi talenti del cinema francese e italiano e ciascuno di loro porta con sé una motivazione solida e strutturata per dar vita a nuove opportunità di collaborazione transfrontaliera.”

Tra i produttori che si sono presentati senza una proposta di progetto, la metà provengono dal territorio ALCOTRA (3 italiani e 1 francese), così come 4 degli 8 progetti selezionati rappresentano le aree ALCOTRA (2 dalle zone italiane e 2 francesi); inoltre la selezione dimostra un importante equilibrio di genere nel gruppo di lavoro grazie alla presenza di 12 professioniste donne e 12 professionisti uomini nei diversi ruoli richiesti tra produzione e regia. La varietà è evidente anche negli 8 progetti di film selezionati, che spaziano dal lungometraggio di finzione al documentario fino al cinema d’animazione.

I progetti italiani selezionati proposti da 4 coppie artistiche, di cui tre di finzione e uno d’animazione, sono: La prima volta della produttrice Margot Mecca della Malfé Film (Torino), dove lavora allo sviluppo creativo e alla produzione di documentari e film di finzione, e del regista Matteo Tortone; il progetto d’animazione La bambina di sale di Eleonora Trapani e Angela Conigliaro, produttrice e regista, che hanno un percorso comune che le ha viste in prestigiosi studi e società specializzate in animazione e fondatrici della casa di produzione Ddraunara di Torino; Mademoiselle presentato da Ivan Casagrande Conti, della casa di produzione Rosso di Milano dove si è già cimentato nell’ambito della coproduzione con la Francia, con la regista Marta Innocenti, fresca di esordio nel documentario lungo; e il lungo di finzione To Get Her portato dalla produttrice Antonella Di Nocera, della napoletana Parallelo 41 Produzioni che valorizza talenti e contenuti indipendenti nel cinema del reale, e Sabrina Iannucci, autrice, regista e formatrice nel campo del documentario.

A completare la rosa degli 8 film oggetto del percorso di sviluppo di Alpi Film Lab 2021, 4 titoli francesi: il documentario Il faut avoir un pays della produttrice Clémentine Mourão-Ferreira, specializzata in coproduzioni internazionali e fondatrice della so-cle a Bordeaux, con la regista Chiara Cremaschi, autrice di film di successo; ancora un documentario, La traversée héroïque di Francis Forge, produttore della Société des Apaches di Lione che segue progetti di film ibridi e audaci, e del regista Hugo Saugier; Les jours evanouis di Morgan Simon, che distintosi in vari festival con i suoi lavori precedenti, e prodotto da Julie Viez, con una carriera tra distribuzione e produzione internazionale che l’ha portata a fondare a Parigi la Cinenovo per produrre cinema d'autore di nuovi talenti internazionali; La dernière reine del produttore Antoine Guide della Avant la Nuit a Aix les Bains che affianca Luca Renucci e Stefano La Rosa.

I produttori italiani sono: Gianluca De Angelis della Tekla di Torino, che ha realizzato film per il cinema trasmessi anche da broadcaster internazionali; Francesca Portalupi della torinese Indyca, a cui si è unita nel 2019 per dedicarsi allo sviluppo e alla produzione di lungometraggi e documentari creativi tra cui Cuban Dancer di Roberto Salinas, premiato con il TFL Audience Design Fund 2019; Federico Minetti della Effendefilm di Torino, produttore di svariati documentari che hanno partecipato a festival internazionali e ora in fase di sviluppo del primo lungo di fiction; Giuseppe Gori Savellini della TICO Film di Trieste, ad oggi impegnato nello sviluppo di due documentari dopo aver lavorato nella distribuzione indipendente.

I produttori francesi sono: Jérémie Chevret della Duno Films di Lione, esperto di produzione esecutiva nella regione Auvergne-Rhône-Alpes; Leslie Jacob di Adastra Films (Cannes), specializzata nei modelli di produzione in Francia e in Italia; Nadège Labé della Wendigo Films di Les Lilas dove sviluppa coproduzioni internazionali per la nascita di un cinema libero e innovativo, e una nuova generazione di registi; Lionel Massol della Films Grand Huit di Parigi che ha all’attivo oltre 25 cortometraggi.

I selezionati si riuniranno in occasione del 1° workshop ad Annecy (Francia) dal 29 maggio al 1° giugno, al 2° workshop a Torino, al 3° workshop di nuovo ad Annecy (29 settembre - 3 ottobre) e nelle tre sessioni intermedie online, fino alla presentazione a novembre 2021 durante il Torino Film Industry, organizzato dalla Film Commission Torino Piemonte.

Partecipanti italiani e francesi saranno guidati dalle due tutor story editor Chiara Laudani, sceneggiatrice e autrice di numerosi film e serie tv, e Anna Ciennik, alumna del programma ScriptLab del TFL e Industry Village manager del festival di Les Arcs Film; e da due produttori di esperienza internazionale Julie Billy, che gestisce coproduzioni internazionali per la parigina Haut et Court, e Giovanni Pompili, dal 2012 alla guida della romana Kino Produzioni.

27/04/2021, 09:38